Antiossidanti nel piatto

Scritto da Giuseppe Capano il 26 maggio 2012 – 12:47 -

BroccoloCi possono essere tanti approcci per propagandare una cucina attenta agli aspetti preventivi e, in parte, curativi degli alimenti, spesso potenti agenti risolutori di molti disagi fisici e mentali dell’organismo.
Questo libro segue un approccio tutto suo e punta l’attenzione sugli elementi antiossidanti che naturalmente i cibi portano con se e che, se sappiamo utilizzare con criterio, ci possono dare enormi vantaggi sulla longevità delle nostre particelle interne.

Quindi è innanzitutto un libro che mette in luce chiaramente quali sono le sostanze antiossidanti che possiamo ritrovare nei piatti, come opportunamente ricorda il titolo, precisandone le tipologie, le caratteristiche, dove possono essere trovate, quali sono le loro funzioni preventive, aggreganti, curative, i tanti perché di quanto sia preziosa la loro presenza all’interno della dieta quotidiana.
Giova forse ricordare che antiossidante è di frequente il parallelo di antitumorale, un termine che sicuramente suscita più attenzione e consapevolezza rispetto all’argomento e ne evidenzia chiaramente l’importanza.
Un bel merito del libro è quello di chiarire con molta forza che è la sinergia e la somma di più antiossidanti a determinare l’efficacia migliore e questo insieme all’eliminazione dei fattori degenerativi (fumo, obesità sedentarietà, ecc.) tipici della nostra società e la vera arma per il mantenimento a lungo di una buona salute.
E aggiungo anche per il mantenimento di un peso corporeo adeguato lasciando perdere immediatamente le tante ridicole diete dimagranti che circolano ai giorni nostri.
Oltre agli antiossidanti sono ben illustrati anche le caratteristiche dei comuni nutrienti e la loro funzione essenziale rispetto agli organi del cuore.
Sfogliando il libro scopriremo (ma per i più attenti è solo l’ennesima conferma) che i più potenti antiossidanti sono racchiusi in frutta, verdura, legumi, cereali, in particolare se consumati a crudo, ma efficaci in ogni caso anche dopo corretta cottura.
Di seguito la nota informativa che accompagna il libro, trovabile in vendita qui.

 

Informazioni editoriali
In questo libro trovate raccolte e ordinate circa 150 ricette, selezionate a partire dagli studi sui nutrienti con proprietà antiossidanti e antitumorali. In particolare si è cercato di abbinare diversi antiossidanti nello stesso piatto. Gli studi più recenti infatti indicano che combinando tra loro gli antiossidanti è possibile potenziarne gli effetti. Risulta, ad esempio, da studi condotti su animali che una combinazione di vitamina E e di licopene, contenuto nei pomodori, è efficace contro il tumore alla prostata; oppure che il sulforafano contenuto nei broccoli e l’apigenina, un bioflavonoide contenuto nelle cipolle e nei fagioli, combinati assieme agiscono in sinergia contro diversi tumori. Sempre il sulforafano assieme al minerale selenio potenziano di tredici volte le rispettive capacità di inibire le cellule cancerose. Per comprendere meglio le caratteristiche di tutti questi composti antiossidanti, nella prima parte del libro trovate descritti i nutrienti e le loro proprietà, mentre nella seconda parte trovate elencate le ricette ordinate per tipologia.

 

Copertina libro antiossidanti


Tags: ,
Postato in Libri, Tecniche Nuove | 4 Commenti »


4 Commenti per “Antiossidanti nel piatto”

  1. Sissa Scrive il May 27, 2012 | Replica

    Bello questo libro!! Lo cercherò in libreria. Grazie della recensione e buon week end!
    Sissa

  2. Giuseppe Capano Scrive il May 27, 2012 | Replica

    Ciao Sissa, se fai fatica a trovarlo in libreria fai prima ad andare sul sito per l’acquisto, il link è nel post stesso.
    A presto
    Giuseppe

  3. Nadir Scrive il May 28, 2012 | Replica

    Ciao Giuseppe, il fatto che gli antiossidanti lavorino meglio
    in sinergia, è importante, come è importante ribadire che viene ancora data poca rilevanza al fatto che anche i prodotti tossici, che ingeriamo o respiriamo, hanno un effetto cumulativo e si potenziano a vicenda, quindi vai di frutta e verdura cruda. 🙂

  4. Giuseppe Capano Scrive il May 28, 2012 | Replica

    Ciao Nadir, giusto, bene rimarcare anche questo, come dici tu anche i prodotti tossici sfruttano l’accumulo per fare i danni peggiori possibili, per cui molta attenzione a ingerire giornalmente più antiossidanti possibili, a cominciare proprio da frutta e verdura crudi se fattibile o cotti in seconda battuta. In ogni caso anche se non si gradisce il crudo è importante che una parte di esso ci sia sempre giornalmente, quindi la frutta giornaliera non deve mai mancare.

Aggiungi un commento