Apriti dispensa, il gioco in cucina

Scritto da Giuseppe Capano il 10 ottobre 2011 – 23:06 -

barbabietolaCome spesso mi capita mi diverto assai a mettere una forte componente di gioco nel lavoro di cucina, perché il gioco è un potente strumento di crescita e stimolo alla creatività.
Non si tratta di giocare nel senso di irridere qualcuno o qualcosa, ma proprio di inventarsi a volte l’impossibile utilizzando questo potente strumento che troppo presto dimentichiamo da adulti.

Le situazioni ideali sono tante e la più prolifica è un corso di cucina, ma anche all’interno di un ristorante, un aula didattica, una platea apparentemente seriosa giocare con gli alimenti è estremamente istruttivo.
Tra i giochi più belli c’è l’improvvisazione di “Apriti dispensa” in cui metto sul tavolo di lavoro una serie di ingredienti a caso e stimolo alla creazione di una ricetta che abbia però un suo percorso logico, una sua motivazione di abbinamento, un collegamento storico o di vita personale, insomma che sia vestita di un certo grado di umana soggettività.
Nel gioco che ha fatto nascere questa ricetta abbiamo messo sul tavolo come protagonista assoluto da valorizzare la barbabietola (soggetto indubbiamente difficile), una caciotta, delle patate, del brodo vegetale pronto, dei funghi secchi, farina, latte e uova, lasciando facoltà di scelta su condimenti e erbe aromatiche da usare.
Ne è uscita un’ottima lasagna che pecca solo per l’estetica, ma è stata motivata dai protagonisti in maniera intelligente.
Tra le tante note ho trovato interessante la rinuncia a preparare una classica besciamella con latte in favore di una più leggera salsa inglobata nelle patate e a base di brodo vegetale, un intuizione meritevole e coraggiosa.
Usate la testa ma cercate di giocare il più possibile in cucina, purtroppo non è una dote da tutti, la necessità di apparire importanti taglia stupidamente le ali a molti, e molti credono di essere i soli e i migliori, salvo poi trovarsi incredibilmente soli dentro.
Vi lascio alla ricetta e alle vostre osservazioni.

 

Lasagne con patate, salvia e barbabietole

 

Lasagne con patate, salvia e barbabietole

Ingredienti per 4 persone:

  • 20 g di funghi porcini secchi,
  • 2 patate medie,
  • 1 mazzetto di salvia fresca,
  • 3 cucchiai di farina di riso,
  • 750 ml di brodo vegetale,
  • 200 g di barbabietole rosse cotte,
  • 150 g di caciotta morbida,
  • 4 sfoglie di pasta all’uovo per lasagne (circa 18×24 cm),
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pulire con cura i funghi secchi dalla tracce evidenti di terra e metterli in ammollo in una tazza di acqua tiepida, sbucciare le patate, lavarle, sezionarle in due per il lungo e tagliarle in fette spesse 2-3 mm.
  2. Lavare le foglie di salvia e asciugarle, metterle in una padella insieme a 4 cucchiai di olio, aggiungere le patate, salarle leggermente e rosolarle a calore medio per 5 minuti circa.
  3. Aggiungere i funghi secchi scolati dall’acqua e tagliati a striscioline, lasciarli insaporire qualche minuto, unire la farina di riso e dopo poco versare il brodo vegetale caldo, mescolare, abbassare la fiamma e cuocere per altri 10 minuti circa.
  4. Nel frattempo sbucciare le barbabietole e tagliarle in fette simili alle patate, tagliare a dadini la caciotta.
  5. Lessare le sfoglie di pasta per 1-2 minuti in acqua bollente salata, passarle in acqua fredda per 1 minuto e asciugarle con uno strofinaccio.
  6. Rivestire una pirofila con carta da forno e mettere sul fondo un poco di patate con il proprio fondo di cottura, mettere uno strato di sfoglie precotte, quindi ancora patate, barbabietole a fette e caciotta, continuare fino a formare 4 strati complessivi.
  7. Cuocere nel forno caldo a 175 gradi per 15 minuti circa, lasciare consolidare a temperatura ambiente per 10 minuti e servire.

Tags: , , , ,
Postato in Primi, Ricette vegetariane | 1 commento »


Un Commento per “Apriti dispensa, il gioco in cucina”

  1. moncler down jackets Scrive il ott 14, 2011 | Replica

    Grazie per aver condiviso!

Aggiungi un commento