Broccoletti contro la modificazione del Dna

Scritto da Giuseppe Capano il 12 ottobre 2014 – 14:57 -

Broccoletti particolare 318Il mio post di ieri sui broccoletti non era certo a caso, precedeva alcune incursioni su questo ortaggio tese a metterne in evidenza gli aspetti positivi, sia salutistici, sia semplicemente goderecci.
Tra quelli salutistici risalta una notizia che in qualche modo pone rimedio al frequente eccesso di consumo di carne che altrettanto frequentemente viene cucinata in malo modo, non tanto per il gusto finale, quanto per i risultati sulla salute finale!!

In particolare si è scoperto che le crucifere, di cui i broccoletti sono uno dei migliori esempi, possono attenuare e ridimensionare tutte le sostanze dannose che avvolgono le porzioni di carne cotte alla griglia o in generale a alta temperatura.
Quella temperatura, quelle bruciature, quelle colorazioni forti che spingono in molti all’ammirazione per la carne poi portata in tavola non sapendo gli alti rischi che in realtà corrono.
La verifica delle effettive doti delle crucifere in questo senso (ovviamente tralascio tutte le altre innumerevoli qualità salutistiche e preventive!!) è avvenuta grazie ai ricercatori dell’università di Gdansk in Polonia.
Lo studio pubblicato su Food Chemistry ha messo in luce come la carne cotta insieme ai cavoli conteneva fino al 20% in meno di elementi tossici alcuni dei quali addirittura in grado di modificare il Dna.
Se ne parla oggi sul Corriere della Sera nel supplemento salute all’interno della pagina alimentazione e come capita da molto tempo accompagna l’articolo una mia ricetta.
Naturalmente a base di broccoletti e che domani illustrerò sul blog!

Broccoletti a vapore particolare 518


Tags: ,
Postato in Alimenti, Corriere della Sera, Cucina e salute, Prevenzione, Salute | Nessun commento »

Aggiungi un commento