Cialde croccanti con una buona dose di verdure

Scritto da Giuseppe Capano il 20 maggio 2013 – 20:02 -

Cialde croccanti di mais agli spinaci 318Non penso ci sia bisogno che citi il canale, la sua conoscenza credo sia molto diffusa, comunque trasmette quel programma interessante in cui fanno vedere “come si fanno le cose”, che siano oggetti, cibi pronti o così via.
Tutto sommato è interessante e carico di spunti di riflessione, si colmano lacune sulla natura di molti oggetti e per quanto riguarda il cibo si osserva come a livello industriale si interpretano (nel bene e nel male) le comuni ricette o preparazioni di cucina.

Guardandolo di recente insieme ad alcuni amici di cucina abbiamo osservato la preparazione delle tortillas di mais, per meglio dire una delle diverse versioni che si possono fare, ma che a livello industriale spesso si traducono in una sorta di patatine nostrane.
Allora è nata l’ipotesi di provare a fare una cosa simile con della farina di mais fioretto arricchendola per quanto possibile di una dose di ortaggi e cercando di evitare il passaggio in frittura per rendere il tutto meno invasivo.
Ecco da cosa nasce la ricetta che vi propongo oggi, sicuramente perfezionabile in diverse cose, ma già con un risultato finale interessante e degno di nota.
Diciamo subito che il difetto più evidente è l’aspetto, forse poco invitante, poi la consistenza che se si ha come parametro le croccanti e salate tortillas in sacchetto da patatine certo delude.
Infatti il trucco è non parlare di tortillas, ma parlare di cialde o sfoglie agli spinaci, in questo modo proponendole i commenti sono stati generalmente positivi non essendo condizionati da paragoni non consoni.
Bisogna però anche dire che l’esperimento è stato onorevole comunque perché la nostra dose di sane verdure siamo riusciti a inserirla e la cottura è passata per un metodo certamente meno forte essendo un composto poco protetto da “scudi esterni” e molto propenso ad assorbire.
A me sono piaciuti molto, come aperitivo sono ottimi e ben più consigliabili delle versioni pronte, aspetto di migliorarli, ma per ora siamo solo buona strada.
Intanto ve li presento, poi troveremo modo di perfezionare.
Oppure aspetto i vostri commenti/suggerimenti!!!

Cialde croccanti di mais agli spinaci

Cialde croccanti di mais agli spinaci 518

Ingredienti per 10 persone:

  • 250 g di farina di mais fioretto macinata fine,
  • 80 g di farina di riso,
  • 125 g di purea di spinaci,
  • 40 g di semi di papavero,
  • 80 ml di olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mescolare le due farine con i semi di papavero e un pizzico di sale mettendo il tutto a fontana su una spianatoia.
  2. Mettere nel mezzo la purea di spinaci e l’olio e impastare versando gradualmente l’acqua necessaria a ottenere un impasto morbido.
  3. Prendere un piccolo pezzo di impasto grande come una noce e stenderlo sottilmente in forma ovale stendendo in una teglia rivestita con carta da forno.
  4. Cuocere nel forno caldo a 200 gradi per 10-15 minuti fino a rendere croccanti le cialde.

Postato in Ricette vegetariane | 4 Commenti »


4 Commenti per “Cialde croccanti con una buona dose di verdure”

  1. Elena Scrive il May 21, 2013 | Replica

    Ma che rapida e interessante proposta!! scarseggiano ancora le verdure estive anche grazie alle condizione climatiche…ma gli spinaci si trovano….proverò!

  2. Giuseppe Capano Scrive il May 21, 2013 | Replica

    Ciao Elena,
    bene aspetto la tua prova e il tuo parere!
    A presto
    Giuseppe

  3. Michele Tuveri Scrive il May 22, 2013 | Replica

    ciao Giuseppe, proprio per evitare quelle confezionate, ma con l’obiettivo di dargli una forma a U per ospitare verdure, legumi, riso e simili, ho fatto delle prove con un impasto di farina fine di mais e un po’ di farina di grano tenero (il solo mais legava poco) con olio, sale e acqua, abbastanza da ottenere un composto versabile su di una padella di ferro dal fondo piatto (tipo crepes). Ho ottenuto delle specie di tortillas bruttine come forma anche se di un bel colore. Forse se le facessi più liquide otterrei delle forme più tonde. Dici che è un vicolo cieco?
    grazie dell’aiuto
    michele
    ps. queste tue, integrate con la verdura, sono di un’altra categoria e sono già perfette da sole, le provo presto e magari con varianti di verdura o con spezie che colorano 😉

  4. Giuseppe Capano Scrive il May 22, 2013 | Replica

    Ciao Michele,
    no non mi sembra un vicolo cieco, probabilmente devi aumentare la dose di liquido, ma anche di farina di grano tenero tenendo una proporzione più equilibrata in modo da garantirgli una buona elasticità e tenuta a fine cottura, per cui proverei ancora.
    Riguardo alle mie l’intenzione era anche quella di far a meno del glutine pur pagando lo scotto di renderle meno friabili e apparentemente più dure. La scelta di mettere la verdura oltre a migliorare l’apporto nutrizionale nobilitando meglio la preparazione ha comunque aiutato a compensare la mancanza di glutine.
    Sono già un buon risultato, ma penso si possano migliorare ancora tanto.
    Il problema, per me, è il tempo, nel senso che vorrei fare tante di quelle prove e sperimentazioni che dovrei rinunciare a dormire per realizzarle tutte.
    Ma dormire è un po’ come mangiare bene, non assecondandolo si va solo incontro a grossi guai!!!!
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento