Cucina e società

Scritto da Giuseppe Capano il 17 agosto 2013 – 22:51 -

Panorama cena libera 17-08-13Arrivo stanchissimo alla fine della giornata di oggi, ma ho ancora la forza di raccontarvi due cose sul corso di cucina che ho tenuto nel pomeriggio.
Incentrato come quello dell’anno prima sugli alimenti prodotti dalle cooperative facenti parti del grande progetto di Libera, esattamente un anno fa ve ne avevo già parlato e raccontato, una traccia la trovate qui.

Molto bello come quello dell’anno precedente e non tanto per le mie capacità o per le ricette più o meno interessanti presentate.
Il bello è il collegamento esemplare tra l’attività e il ruolo di un cuoco e l’impegno nella società, per l’apporto che la mia professione può dare nel migliorare di molto il clima umano che ci circonda, per contrastare il lato oscuro di tante vicende della vita.
È vero che questo in realtà non avviene nella maggioranza dei casi, basta dare un occhiata alle sciocchezze vestite da spettacolo pseudo culturale che si vedono in televisione, ma in qualche modo si deve seminare e da qualche parte si deve iniziare sperando che il tutto porti buoni frutti.
A me sembra che le persone che hanno partecipato questa sera abbiano colto molto, ho voluto concludere il corso ribadendo come per me il ruolo del cuoco deve essere soprattutto un ruolo sociale di aiuto, di forte aiuto alla cultura in generale.
Non c’è bisogno di essere seri o cupi, ci si può tranquillamente divertire e gioire, ma diventare buffoni di un mondo dello spettacolo a cui della cultura alimentare non frega niente è solo controproducente per la categoria e nefasto per la società.
Chissà a furia di ribadire queste cose magari qualcosa migliorerà.
Concludo lasciandovi i nomi e le foto dei piatti presentati al corso, in prossimi post vi metterò le ricette complete raccontandovi altro.

  • Ceci accompagnati su letto di rucola e sesamo tostato
  • Maglie siciliane con peperoni, zucchine e salsina alla menta
  • Biscotti di grano duro allo zenzero e limone

Panorama cena libera 17-08-13


Tags: ,
Postato in Cibo, cultura e società, Eventi | 2 Commenti »


2 Commenti per “Cucina e società”

  1. Elena Scrive il ago 18, 2013 | Replica

    E’ molto importante quello che affermi e che ribadisci ogni momento con l’attività e con la generosità che profondi nella tua professione!! c’è tutto un mondo sommerso di persone che la pensano come te, forse dovremmo esporci di più e farci vedere, sostenere a voce alta le nostre idee, non restando confinate nel ghetto di quelli che vanno contro il ‘sistema’…parlarsi fra simili è confortante ma in fondo un po’ inutile…senza bisogno di ‘convertire’ nessuno…semplicemente diffondere buone idee…

  2. Giuseppe Capano Scrive il ago 18, 2013 | Replica

    Ciao Elena,
    ne sono convinto anche io, si tratta di diffondere buone idee mostrando esempi concreti e fornendo quando possibile soluzioni; la prassi di convertire gli altri alle proprie idee a prescindere da tutto è una pura contraddizioni delle buone intenzioni stesse che si portano avanti.
    Invece di preoccuparsi di fare proseliti l’obbiettivo dovrebbe essere quello di lavorare con serenità su ciò che si crede giusto, solo in questo modo credo l’esempio può far scattare anche in altri la voglia di confrontarsi e vedere le cose da un altro punto di vista.
    Comunque mi conforta sapere che il terreno intorno a noi non è così sterile come si potrebbe pensare e la tua testimonianza è un ottimo riscontro in questo!
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento