Essenza di fichi e nuove insalate

Scritto da Giuseppe Capano il 14 marzo 2013 – 22:06 -

Insalata mista con pere, pecorino e condimento agrodolce di fichi 318Dicevo ieri della ricetta di insalata che l’arrivo dell’essenza di fichi ha ispirato, una bella composizione che posso già dire oggi ha una pecca di fondo.
Uno degli ingredienti centrali, le pere, non sarebbero più di stagione ormai da un pezzo salvo forse qualche rara produzione biologica tardiva locale, come quella che ci è capitato di avere qualche settimana fa in extremis, al tempo dell’ideazione della ricetta.

Si potrebbe ovviare ora con le arance o i mandarini che ancora riescono a esserci, se pur anche loro sono ormai sulla via del tramonto stagionale reale.
Tutto questo in attesa dei prossimi frutti di primavera e che a tempo debito, fra diversi mesi sinceramente, tornino a nostra disposizione i fichi freschi nel loro autentico splendore di frutto sublime.
E allora a quel punto perché non pensare di rendere loro i protagonisti della ricetta visto la natura stessa del condimento?
Di fichi d’estate ne mangio a più non posso quando soprattutto riesco a scorazzare nella terra di Calabria che ho nel sangue come origine, appena colti e portati da vicine, comare, zie e cugine sono un’autentica estasi dei sensi tanto che spesso mi rifiuto di elaborarli in altro, me li mangio come natura li ha creati e, fortunati noi, ce li ha donati!
Ma torniamo alla ricetta e alle possibili varianti che vi posso segnalare traendo ispirazione da un marzo che già potrebbe regalare in alcune località erbe di campo succulenti.
Potremmo pensare, ad esempio, di arricchire la semplice lattuga con del tarassaco giovane, delle foglie di rucola selvatica, qualche germoglio di bruscandoli o luppolo selvatico appena scottato.
Altrimenti suggeritemi voi che cosa ci vedreste bene, ancor meglio preparatela con le varianti che pensate più opportune e raccontatemi le suggestioni di sapori a cui vi ha portato.
Rimane probabilmente però la questione centrale di come condire se non si riesce a trovare l’essenza citata negli ingredienti, ipotesi non tanto remota visto che non è un prodotto usuale.
Non ho provato ma io ipotizzerei di lasciare a bagno qualche fico secco in semplice acqua e poi prelevare la parte interna e frullarla con un poco di miele, qualche goccia di aceto invecchiato normale e qualche altra di balsamico unendo al bisogno anche qualche cucchiaio della stessa acqua di ammollo dei fichi.
Poi filtrare e vedere se ci soddisfa, chissà!!!!

 

Insalata mista con pere, pecorino e condimento agrodolce di fichi

Insalata mista con pere, pecorino e condimento agrodolce di fichi 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 piccolo cespo di lattuga,
  • 80 g di pecorino romano o calabrese stagionato,
  • 2-3 carote medie,
  • 5-6 ravanelli,
  • 60 g di olive verdi snocciolate,
  • 2 cucchiai di semi di zucca,
  • 2 grandi pere williams rosse o simili biologiche,
  • 1 limone,
  • 3-4 cucchiai di essenza di fichi,
  • 1 manciata di germogli verdi a scelta,
  • pepe e coriandolo da macinare,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare con cura la lattuga, sgrondarla dall’acqua in eccesso e affettarla o spezzettarle finemente con le mani.
  2. Tagliare in sottili scaglie il pecorino, pulire le carote e tagliarle in sottili striscioline o a julienne.
  3. Lavare e tagliare in sottili rondelle i ravanelli, tritare grossolanamente le olive verdi, tostare i semi di zucca in un pentolino a calore basso o nel forno caldo a 160 gradi per alcuni minuti.
  4. Pulire le pere eliminando il torsolo ma senza sbucciarle, tagliarle a cubetti e condirle subito con un poco di succo di limone, un filo d’olio, un pizzico di sale e una macinata di pepe.
  5. In un dosatore o una piccola bottiglia mettere l’essenza di fichi, il succo di limone rimasto e poco olio, agitare fino a ottenere un’emulsione uniforme e densa.
  6. Stendere in  ciotole o piccole insalatiere una strato di lattuga e intorno ai bordi decorarlo con le rondelle di ravanelli, aggiungere le carote a julienne, le olive verdi, i semi di zucca e le scaglie di pecorino.
  7. Nel mezzo mettere le pere a cubetti e condire con l’emulsione di fichi agrodolce completando con un poco di germogli sopra le pere è una macinata di coriandolo finale.


Tags: , , , , ,
Postato in Antipasti, Insalate, Ricette senza Glutine, Ricette senza Uova, Ricette vegetariane | 4 Commenti »


4 Commenti per “Essenza di fichi e nuove insalate”

  1. Angela Scrive il Mar 15, 2013 | Replica

    Sicuramente speciale!
    Questo sciroppo di fichi viene utilizzato anche contro la tosse.
    In mancanza potrebbe essere anche utilizzato il vincotto(sciroppo d’uva)?
    Alcuni ne producono con aggiunta di vino invecchiato e aceto della stessa uva. Se ne preparano dei piatti buonissimi e con la particolarità di essere digeribilissimi in quanto pare che questo tipo di vincotto “stabilizzi” gli alimenti…
    Grazie per i suggerimenti innovativi
    Saluti
    Angela

  2. Giuseppe Capano Scrive il Mar 15, 2013 | Replica

    Ciao Angela,
    direi che è un ottimo suggerimento quello del vincotto o del mosto cotto, dovrebbe funzionare bene.
    Interessante l’informazione che ci dai sula fatto che i piatti con vincotto sono molto digeribili e che stabilizza gli alimenti, personalmente non ho notizie in merito, ma magari approfondisco.
    Quindi grazie anche a te per i “suggerimenti”.
    A presto
    Giuseppe

  3. margerita corsaro Scrive il Aug 5, 2013 | Replica

    come si prepara l’essenza di fichi?

  4. Giuseppe Capano Scrive il Aug 5, 2013 | Replica

    Buongiorno, non conosco precisamente il procedimento, credo si parta dai fichi appassiti, io ho utilizzato il prodotto pronto.
    Si potrebbe provare a frullare la parte interna dei fichi secchi con aceto buono, magari qualche goccia di balsamico e olio, dovrebbe funzionare bene, al limite poi si filtra.
    Se provi in questo modo fammi sapere il risultato, altrimenti se fai una ricerca in internet dovresti facilmente trovare la ditta produttrice di cui ora mi sfugge il nome non avendo con me l’essenza.
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento