Fagiolo di Lamon se ci sei batti un colpo

Scritto da Giuseppe Capano il 28 settembre 2013 – 15:44 -

Fagioli borlotti val di gresta 318Mostre, sagre e mercati tese a promuovere e salvaguardare cibo, tradizioni e passioni sono una bella caratteristica del nostro paese e in linea di principio andrebbero evidenziate in positivo se portate avanti con lo spirito di reale utilità sociale che potenzialmente sottintendono.
Non vi svelo nulla di nuovo se racconto di come questo sia vero solo in parte e solo per alcune eccezioni lungimiranti, in tutti gli altri casi quello che prevale e l’incessante necessità di “far cassa”.

Quindi quando va bene si parla, si mette in mostra il cibo, si cerca di valorizzarlo con qualche iniziativa, ma poi per il resto si dilaga in altro e ci si ritrova circondati dalle proposte commerciali più improbabili e magari in nettissima contraddizione con quello che si vorrebbe valorizzare e salvaguardare.
Quando va bene, perché se poi andate apposta in una di queste manifestazione facendo 60 km di strada e del cibo da cui prende preteso la manifestazione non trovate che briciole di presenza allora l’irritazione diventa abbastanza sostanziale.
Così mi è capitato domenica scorsa di andare alla fiera del fagiolo di Lamon (per la precisione Mostra mercato del Fagiolo di Lamon I.G.P.) nel paese omonimo, trovare decine e decine di bancarelle dei prodotti più improbabili, arrivare al fulcro della piazza e non trovare più ombra di un fagiolo, se non qualche cestino di rappresentanza messo quasi di rimedio, 2-3 bancarelle di produttori senza più fagioli, una scarna presenza dell’azienda di promozione turistica.
Poi certo i soliti spazi ristorativi in cui il fagiolo compariva come un attore stanco a fine carriera, in pratica messo li a forza senza molta convinzione.
A me, invece, sarebbe piaciuto trovare protagonista vero questo eccellente legume, magari fare qualche bella fotografia, chiacchierare un po’ con chi lo produce, toccarlo, annusarlo, sentirlo pienamente per poterlo poi portare con me nel mio cuore  nella mia mente (oltre che comprare!!!).
Insomma un evento dedicato a questo fagiolo doveva grondare della sua essenza e si doveva sentire fino all’ossessione la sua grandissima importanza all’interno dell’alimentazione, un importanza non solo gastronomica ma soprattutto nutrizionale e fortemente preventiva rispetto a moltissime malattie.
Nulla di tutto questo, così ad esempio come foto allegate a questo post vedete altri tipi (altrettanto ottimi) di fagioli, ma non quello di Lamon.
Che dite ci ritornerò l’anno prossimo?

Borlotti secchi


Tags:
Postato in Eventi, Mondo alimentare | 2 Commenti »


2 Commenti per “Fagiolo di Lamon se ci sei batti un colpo”

  1. Tiziana Scrive il set 29, 2013 | Replica

    No, Giuseppe non ci tornerai. Il brutto è che abboccheranno altri! Ma siccome l’informazione e la divulgazione fa tanto di buono, io nemmeno ci andrò ;-)
    Ciao, Tiziana.

  2. Giuseppe Capano Scrive il set 29, 2013 | Replica

    Si hai ragione Tiziana,
    almeno ci si rifà diffondendo buona informazione e se lo facessero in tanti magari prima di organizzare un evento ci si penserebbe meglio.
    Anche perchè alla lunga è una moneta che non paga, si possono avere le tasche piene di soldi, ma il proprio benessere di vita è fatto d’altro.
    E magari quando lo si capisce è troppo tardi.
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento