I genitori olive

Scritto da Giuseppe Capano il 11 marzo 2012 – 21:55 -

OliveOggi giornata di svago con famiglia per un giro nella bella Trento e in una delle piazze più caratteristiche, accanto alle storiche mura, ecco un mercatino di prodotti alimentari di un po’ tutta Italia.
Grande presenza di venditori del sud e quindi banchi colorati di ortaggi lavorati e conserve.
Un tema ricorreva sempre, la presenza di tante e succose varietà di olive, i genitori del magnifico olio base indiscussa della mia cucina e della mia alimentazione.

Ma personalmente non è del solo olio che amo le virtù, tantissimo sono affezionato e nelle mie ricette compaiono spesso proprio le olive che ritengo dei catalizzatori e veicolatori di sapori altrui sapendo esaltare alla perfezione i pregi di ortaggi, cereali, legumi, pesce e, perché no, anche frutta.
Senza i genitori i figli sono metà cosa, per questo nelle mie ricette compaiono spesso, servono a valorizzare ancora di più l’ottimo olio.
Invece mi fa strano vedere spesso ricette in cui l’obbiettivo è valorizzare l’olio senza coinvolgere le olive, suggerirei di tenere un po’ più in considerazione i “genitori”.
Quindi nel post di oggi ecco una bella sequenza di questi genitori in tutta la loro aromaticità, e per non lasciarvi orfani di ricette vi lascio due link di Cucina Naturale dove trovare 2 tra le tante mie proposte in cui compaiono: qui e qui.

Panoramica olive


Tags: ,
Postato in Cibo, cultura e società, Olio-Cibo | 2 Commenti »


2 Commenti per “I genitori olive”

  1. Nadir Scrive il Mar 13, 2012 | Replica

    Mi piacciono le olive, adoro quelle di Gaeta (ma è questione di imprinting) però mangio anche le altre, aborro quelle in scatola, le uniche che a volta compro in barattolo sono quelle infornate, ma che siano bianche o nere, grandi o piccole sono le benvenuta alla mia tavola. 🙂

  2. Giuseppe Capano Scrive il Mar 13, 2012 | Replica

    Ciao Nadir, ottimo, come ho scritto le olive sono utilissime in cucina oltre che molto buone anche da sole, magari accompagnate da una bella fetta di pane fatto da se con lievito madre o anche in una bella insalata di arance e finocchi come si usa al sud. Peccato che come dici tu molte di quelle trovabili al supermercato confezionate siano un pessimo prodotto che delle olive, a volte, conserva solo il nome.

Aggiungi un commento