I limoni di Montale

Scritto da Giuseppe Capano il 15 settembre 2011 – 22:18 -

LimoniMartedì sulla mia pagina di facebook ho condiviso un link di Carmine De Gregorio dedicato a Eugenio Montale, ricorrevano i 30 anni dalla sua scomparsa e il suo appunto me lo ha dolcemente ricordato, riporto quanto ha scritto:

EUGENIO MONTALE, il più grande poeta italiano del Novecento, moriva il 12 settembre di 30 anni fa. Nel suo ricordo una bellissima poesia, una delle prime liriche della raccolta Ossi di Seppia. In essa, la meditazione cruda e sottile di Montale, ha come sfondo un paesaggio ligure, che potrebbe essere per noi un paesaggio pugliese, chiaramente delineato, colto nella sua asprezza e nella sua primitività, ma anche nel suo valore simbolico. La calura estiva e il paesaggio e il contatto con la natura suscitano nel poeta la meditazione e, più che suggerire, dettano una riflessione lirica.

“Meriggiare pallido e assorto presso un rovente muro d’orto, ascoltare tra i pruni e gli sterpi schiocchi di merli, frusci di serpi.
Nelle crepe del suolo o su la veccia spiar le file di rosse formiche ch’ora si rompono ed ora s’intrecciano a sommo di minuscole biche.
Osservare tra frondi il palpitare lontano di scaglie di mare mentre si levano tremuli scricchi di cicale dai calvi picchi.
E andando nel sole che abbaglia sentire con triste meraviglia com’è tutta la vita e il suo travaglio in questo seguitare una muraglia che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia”

È un poeta che amo molto, da parte mia per ricordarlo riporto alcune strofe di una sua poesia dedicata ai limoni, in questo blog certo opportuna.
Gli affianco, sperando di non offendere qualche estimatore del maestro, una mia ricetta in cui l’odore, il profumo e l’aroma di limone sono tutt’uno con un altro oro giallo, l’olio d’oliva. Un piccolo omaggio da un semplice cuoco.

I limoni

Ascoltami, i poeti laureati
si muovono soltanto fra le piante
dai nomi poco usati: bossi ligustri o acanti.
Io, per me, amo le strade che riescono agli erbosi
fossi dove in pozzanghere
mezzo seccate agguantano i ragazzi
qualche sparuta anguilla:
le viuzze che seguono i ciglioni,
discendono tra i ciuffi delle canne
e mettono negli orti, tra gli alberi dei limoni.

Meglio se le gazzarre degli uccelli
si spengono inghiottite dall’ azzurro:
piú chiaro si ascolta il susurro
dei rami amici nell’ aria che quasi non si muove,
e i sensi di quest’ odore
che non sa staccarsi da terra
e piove in petto una dolcezza inquieta.
Qui delle divertite passioni
per miracolo tace la guerra,
qui tocca anche a noi poveri la nostra parte di ricchezza
ed é l’ odore dei limoni.”

Crema al limone alla ligure

 

Crema al limone alla ligure

Ingredienti per 4-6 persone:

  • 3 limoni grandi,
  • 4 cucchiai di olio D.O.P. Riviera del Ponente Savonese,
  • 125 g di zucchero,
  • ½ baccello di vaniglia,
  • 5 tuorli d’uovo,
  • 1 cucchiaio di maizena,
  • biscottini secchi da accompagnamento

Preparazione:

  1. Grattugiare la buccia di ½ limone e spremere il succo di tutti e tre, mettere l’olio in un pentolino a bagnomaria insieme allo zucchero e il baccello di vaniglia diviso in 3-4 pezzi, mescolarlo per alcuni minuti.
  2. Nel frattempo sbattere i tuorli  con la maizena setacciata e diluire con il succo dei 3 limoni e la buccia grattugiata, aggiungere le uova alla base di olio e continuare la cottura a bagnomaria mescolando sempre fino a ottenere una cremina lievemente densa.
  3. Passarla attraverso un setaccio o un colino a maglie strette, raffreddarla e servirla con biscottini secchi.

Tags: , ,
Postato in Dolci e Dessert, Olio-Cibo, Ricette senza Glutine, Ricette vegetariane | 2 Commenti »


2 Commenti per “I limoni di Montale”

  1. Roberta Lepri Scrive il nov 8, 2011 | Replica

    Ti ho conosciuto grazie a Bianca Garavelli e sono restata conquistata dalle tue ricette, gustose e dal sapore antico! Ho assaggiato questa crema alcuni anni fa, a casa di una mia amica, ma non sono mai riuscita ad avere la ricetta… eccola qui, finalmente! Grazie e continua a deliziarci,
    Roberta

  2. Giuseppe Capano Scrive il nov 8, 2011 | Replica

    Grazie, continuerò con il mio impegno sperando che le ricette siano sempre apprezzate.
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento