La frutta ancora alla ribalta

Scritto da Giuseppe Capano il 27 febbraio 2015 – 18:06 -

Arancia a metà 318Sul numero di febbraio di Cucina Naturale cerano nella pagina dedicata alle “notizie di benessere” spunti molto interessanti che avrei voluto approfondire subito ma che il tempo tiranno mi ha impedito.
È una pagina piccola all’interno della rivista, ma molto interessante e ben curata da Francesco Bottaccioli, non solo a febbraio ma praticamente tutti i mesi offre spunti per riflessioni interessanti.

Ne riprendo al volo una in attesa di documentarmi meglio su un’altra che ritengo strategica e tratta del colesterolo una sostanza strategica finita suo malgrado per diventare fonte di un grande business e di discussioni infinite.
Affianco alla notizia sul colesterolo era presente un trafiletto che parlava della frutta un alimento che se mi seguite sapete come ami in maniera particolare, di fatto uno dei miei pasti della giornata è a base di frutta di stagione a meno di non essere in un contesto in cui mi è impossibile consumarla, ad esempio in viaggio!
Raccontava come in un ampio studio su più di 13.000 donne si è evidenziato che il consumo di frutta nelle prima fasi della vita, nel senso dei primi decenni, aumenta la longevità.
Ne riferisce i dettagli l’American Journal of Clinical Nutrition citando il lavoro di un gruppo di lavoro della Scuola di medicina di Harvard.
Protagonisti delle virtù favorenti la longevità sono soprattutto i flavonoidi, le antocianidine e i flavoni super antiossdianti che abbondano nei frutti insieme a tante altre sostanze importanti e preziosi per la prevenzione di numerose malattie.
Anche di questa notizia aspetto di leggermi la ricerca originale e poi approfondire, però volevo subito segnalare la notizia vista la mia “immensa passione” per la frutta!!!

Mandarini 518


Tags: ,
Postato in Alimenti, Cucina e salute, Cucina Naturale | 3 Commenti »


3 Commenti per “La frutta ancora alla ribalta”

  1. Lisa Scrive il Mar 2, 2015 | Replica

    Ciao Giuseppe,
    da diverso tempo seguo il tuo blog e da qualche anno a questa parte le tue ricette accompagnate spesso da quelle tratte da cucina naturale, riempiono la mia tavola.
    In questo momento mi trovo in difficoltà perché nonostante io creda di essere nel giusto, mi trovo in conflitto con i miei parenti su come da qualche anno a questa parte abbia deciso di utilizzare poco (circa 1 volta ogni 15 giorni carne o pesce) e i latticini (un paio di volte a settimana); anche il latte vegetale lo preferiamo a quello vaccino.
    Consumiamo molta frutta e verdura di stagione, principalmente cruda, legumi 3- 4 volte a settimana, cereali di ogni tipo spesso integrali, semi e frutta secca. Mio marito ed io cuciniamo molto per evitare di acquistare cibi preparati utilizzando farine biologiche il più delle volte integrali, e zucchero di canna integrale per i dolci.
    Il punto è questo, noi abbiamo una figlia di 9 anni e i miei parenti sono preoccupati per la sua salute soprattutto per il “basso” consumo di carne e latticini, quindi ci troviamo spesso in conflitto.
    Premetto che nella mensa scolastica per scelta non fa una dieta vegetariana.
    Ho bisogno di capire con te se sto/stiamo sbagliando nell’insegnare ed educare nostra figlia a mangiare in questo modo, o se dobbiamo rivedere certe cose.
    Grazie per il tuo tempo.
    Lisa

  2. Giuseppe Capano Scrive il Mar 2, 2015 | Replica

    Ciao Lisa,
    benvenuta nel mio spazio.
    Per quanto mi riguarda e per le mie conoscenze state seguendo una dieta perfetta, se non la dieta perfetta, quella che vi può tutelare al massimo rispetto alle moderne patologie, anche se come è ovvio purtroppo non può evitarle in maniera assoluta.
    È la dieta che segue anche la mia famiglia e io personalmente, non vegetariana ma praticamente con un consumo di almeno il 90% degli alimenti di origine vegetale.
    Per cui puoi rimanere serena sulla scelta che hai fatto, a livello nutrizionale non vedo carenze ne possibili pericoli, piuttosto vedo enormi vantaggi sulla salute.
    Se ti può consolare anche mia suocera reagisce allo stesso modo e quando siamo da lei tenta di riempire di carne i nostri due bimbi per il terrore che non consumino abbastanza carne.
    È inutile convincere o contrastare questa tendenza, è molto capibile da parte di chi per decenni è stato convinto dai media e dall’industria alimentare che la carne era l’alimento di elezione e la sua carenza un problema.
    Consideriamo anche che chi ha una certa età per molto tempo ha visto la carne, che mangiava raramente, come il miraggio del lusso e del benessere sociale.
    Che dirti, sicuramente non saranno le mie parole a calmare o convincere i tuoi parenti, ma chi deve essere convinta sei tu e la tua famiglia, consapevoli di essere sulla strada giusta.
    Poi come ti ho detto la vita è imprevedibile e moltissime cose ancora non le conosciamo e non abbiamo certezze assolute.
    Ma per quelle che abbiamo ti ripeto che questa è la strada migliore rispetto alle nostre conoscenze attuali.
    Un saluto e a presto.
    Giuseppe

  3. lisa Scrive il Mar 2, 2015 | Replica

    Grazie mille Giuseppe,
    sei stato molto gentile a rispondermi.
    Le tue parole mi sollevano e mi fanno anche un pò sorridere se penso che anche la tua situazione, benchè tu sia un “tecnico” in materia, sia simile alla mia.
    Buona serata.
    Ciao
    Lisa

Aggiungi un commento