La nutrizione al centro di un premio

Scritto da Giuseppe Capano il 20 febbraio 2012 – 17:51 -

Ne ho già parlato sul mio portale ma siccome mi lega una lunga amicizia con uno dei principali ideatori di questa bella iniziativa ne parlo anche all’interno del blog.
Con l’introduzione della nuova categoria “Nutrizione” la seconda edizione del Lifebility Award assume connotati ancora più interessanti di cui vale la pena parlare e diffondere.

Intanto perché si rivolge espressamente ai giovani, cioè la fetta di popolazione più colpita e in difficoltà in questi anni di crisi, infatti l’obbiettivo generale è premiare progetti e idee innovative sostenibili e sociali proposti da giovani tra i 18 e i 30 anni, con la finalità di migliorare, semplificare e rendere più fruibili i servizi pubblici e privati della comunità.
L’anima del concorso punta alla creazione di progetti capaci di sviluppare e migliorare le infrastrutture, la vivibilità, la mobilità, e tutto quanto necessario oggi per rispondere adeguatamente alle necessità dei cittadini, in primis alle persone con disabilità che di questa iniziativa sono i destinatari da privilegiare.
Ritornando alla sezione nutrizione, quella più interessante per i temi trattati nel blog, vediamo le caratteristiche peculiari riportate nel bando: “In questa categoria verranno raccolti i progetti dedicati alla Nutrizione come definita dai grandi temi dell’Expo che si svolgerà nel 2015 a Milano. Quindi progetti che mirino non solo a diffondere la qualità e la sicurezza alimentare, ma anche più in generale a nutrire le persone meno abbienti ed i bambini. Sarà importante anche dedicarsi alla prevenzione di malattie legate all’alimentazione, come l’obesità o le patologie cardiovascolari. Trattando di innovazione, il premio Lifebility Award sarà anche focalizzato al riconoscimento di progetti che innovino la filiera alimentare, attraverso ricerca e nuove tecnologie.”
Insomma direi che se ci sono dei giovani interessati a innovare con idee originali trovando percorsi alternativi a quelli già in circolazione questa può essere una buona occasione, magari partendo dallo spunto che trovate qui dove si parla di come alcuni cibi possono favorire il buon umore e la buona salute in generale, oppure qui dove si parla dei consigli alimentari per “nutrire la mente”.
Ecco i dati salienti e i riferimenti utili.

I progetti devono essere presentati non oltre il 31 marzo 2012, essere caratterizzati da forti elementi di innovazione e originalità e corrispondere a criteri di fattibilità e di investimento economico equo. Al concorso saranno ammesse sia proposte individuali sia realizzate in team.
I vincitori del concorso potranno scegliere tra un premio in denaro di 5mila euro oppure la possibilità di fare uno stage presso uno degli sponsor dell’iniziativa.
La partecipazione è riservata ai cittadini italiani tra i 18 e i 30 anni di età, tramite l’invio di proposte progettuali di sistemi e di soluzioni nell’ambito di una delle cinque categorie disponibili: energia e ambiente, trasporti e mobilità, comunicazione e immagine, bioingegneria e biotecnologia, nutrizione.

Per altre informazioni cliccate qui.


Tags: ,
Postato in Cibo, cultura e società, Eventi | 2 Commenti »


2 Commenti per “La nutrizione al centro di un premio”

  1. Nadir Scrive il feb 22, 2012 | Replica

    Peccato aver superato da un pezzo i 30!

  2. Giuseppe Capano Scrive il feb 22, 2012 | Replica

    Idem per me!!

Aggiungi un commento