Legumi: finte convinzioni, enormi benefici

Scritto da Giuseppe Capano il 7 agosto 2012 – 20:57 -

Insalata di fagioli all'erba cipollina Riporto questo interessante studio che per alcuni potrebbe concorrere al premio IgNobel dedicato agli studi ridicoli, mentre secondo me meriterebbe premi consistenti, come minimo essere messo in grande evidenza ogni volta che si parla del tema affrontato.
In effetti ciò che lo studio andava a indagare lascia aperti molti spunti di ironia, ma di fondo c’era il tentativo ben riuscito di togliere dai legumi una sinistra nomea di alimento con effetti poco piacevoli per l’intestino.

Avrete capito che parlo di effetti come la flatulenza e altri, ebbene tutto ridimensionato in positivo, ovvero i legumi hanno poco responsabilità, sicuramente molto meno di quello che comunemente si crede, nel favorire questi disturbi.
Lo certifica chiaramente uno studio pubblicato sul Journal of Nutrition in cui le paure relative a questo “effetto collaterale” si dimostra siano stupidamente ingigantite dal dire popolare.
Se proprio presenti gli effetti sono sempre molto, molto meno pressanti di quello che si pensa e comunque piccola cosa rispetto agli enormi benefici che il consumo di legumi porta all’organismo.
In sintesi nello studio i partecipanti hanno assunto alcune porzioni di fagioli al giorno per 8 o 12 settimane e compilato un questionario settimanale relativo ai disturbi gastrointestinali come gonfiore e flatulenza, un terzo gruppo di controllo ha invece consumato carote.
Nel complesso solo una bassa percentuale di soggetti ha riportato un aumento di flatulenza, mentre molti di quelli che hanno sperimentato il fastidioso inconveniente lo hanno visto diminuire a partire dalla seconda o terza settimana dell’esperimento.
Come dire che l’abitudine al consumo di fibre aiuta enormemente l’intestino nelle sue funzioni, altro che gas spiacevoli da imputare ai sani legumi!!!
Alimenti, invece, di per se eccellenti nella prevenzione di problemi di natura gastrointestinale, utili per tenere bassi i livelli di colesterolo, rallentare l’assorbimento dei carboidrati limitando il rilascio di insulina, introdurre preziose vitamine e sali minerali, assimilare proteine ben più benefiche di quelle derivanti dalla carne.
In ogni caso se volete approfondire lo studio trovate tutti i riferimenti e le informazioni a questo indirizzo.
Da parte mia visto che mi trovo immerso nell’ambito lavorativo di Festambiente vi riporto brevemente una dei tanti modi in cui i fagioli e i legumi compaiano nel nostro menu.
Un piatto semplicissimo ma molto gradevole in cui i comprimari principali sono un buon olio di olive e quella straordinaria erba aromatica che è l’erba cipollina.
Dovete semplicemente mettere insieme buoni fagioli borlotti lessati con del mais altrettanto lessato e dei buoni pomodori di stagione condendo con olio di oliva, sale e tanta erba cipollina tritata, se proprio volete anche qualche goccia di succo di limone e per decorare dei sempre graditi semi di sesamo.
Provate e poi mi saprete dire.

Insalata di fagioli all'erba cipollina


Tags: , , ,
Postato in Antipasti, Cibo, cultura e società, Ricette senza Glutine, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane | 4 Commenti »


4 Commenti per “Legumi: finte convinzioni, enormi benefici”

  1. Giuseppe M. Scrive il ago 8, 2012 | Replica

    Molti miei conoscenti hanno la stessa concezione per i legumi e quando gli dico che loro essendo non abituati a mangiare legumi o comunque fibre accusano questi problemi se la ridono. Gli giro il link :)

  2. Giuseppe Capano Scrive il ago 8, 2012 | Replica

    Si fai molto bene Giuseppe, secondo me è meglio se ridono di altro rispetto a quello che può portargli così tanti benefici di salute.
    Meglio superare questi inutili pregiudizi e sapere con consapevolezza cosa mangiare, il segreto di una buona salute sta tutto li.
    Speriamo che capiscano!!
    A presto

  3. Setarè Scrive il ago 14, 2012 | Replica

    Mia nonna non ha quasi mai mangiato legumi nella vita, perchè la dieta borghese imponeva di mangiare bistecche alla fiorntina e ragù pesantissimi e mi rimprovera ancora oggi per la mia dieta vegetariana, dicendo che la carne è necessaria, che sono debole eccetera, eppure lei ha avuto enormi problemi di salute, ipertensione, un operazione al cuore, un tumore che per fortuna non era pericoloso, e poi un ictus che le ha paralizzato un pò il corpo. Nonostante tutto questo, ancora è convinta che la carne sia buona e la mangia quotidianamente! Ci sono persone che non capiscono mai purtroppo l’importanza dei legumi, che io mangio sempre e non ho mai problemi di stomaco. Stranamente ho avuto problemi veri quando ho mangiato troppi zuccheri, cereali col latte e carne!

  4. Giuseppe Capano Scrive il ago 14, 2012 | Replica

    Scardinare le convinzioni di chi ha superato una certa età ed è cresciuto convinto del valore del cibo che gli hanno insegnato è molto difficile e tua nonna non è certo l’unica.
    Mia suocera continua a preoccuparsi del fatto che i miei figli sembrano denutriti se consumano solo vegetali e il rimedio naturalmente è una bella bistecca di carne; un po’ mi irrita ma capisco il perché agisce così, dal suo punto di vista in assoluta buona fede.
    Diciamo che questi sono esempi chiari di come i danni fatti nei decenni scorsi nel propagandare uno stile alimentare incentrato sulla carne sono lunghi e difficili da rimediare, ma non impossibili.
    Ognuno deve fare la sua parte, i cuochi in cucina dimostrare nella pratica che un’alimentazione buona e gustosa è possibile a prescindere dalla carne, senza demonizzarla a priori.
    Se già si riducesse della metà il suo consumo sarebbe une enorme successo, poi l’ottimale è altro naturalmente.
    Comunque evviva i buoni e sani legumi.
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento