L’olio da olive ancora vincitore

Scritto da Giuseppe Capano il 5 maggio 2013 – 17:08 -

Bruschette di pane con zucchine e carote 318Pensate che bello per me, strainnamorato dell’olio da olive, quando mi hanno chiamato dal Corriere della Sera chiedendomi una ricetta in cui il mio amato olio fosse un vero protagonista.
Una ricetta a sostegno di una bella ricerca di cui vi parlerò fra poco e che ha riconosciuto proprio a questo olio un ruolo strategico, una ricetta che però si voleva semplice e senza complicazioni, originale e con una bella dose di ortaggi, insomma una richiesta non da poco, ma come sempre estremamente stimolante.

E poi figuriamoci se mi lasciavo sfuggire l’occasione di valorizzare con il mio mestiere il figlio delle madri olive che merita tutta la massima attenzione che si può dare visto il suo alto valore e l’arma commercialmente meravigliosa che potrebbe essere per la nostra economia di qualità se solo si facesse una politica lungimirante e ben mirata invece di perdersi nei mille vizi e cecità tipicamente Italiani.
Per fortuna nel mondo dell’olio di esempi lungimiranti e positivi ce ne sono diversi e molti li conosco di persona per cui non è il caso di perdersi d’animo, come vedete non lo faccio e rilancio ad esempio con questa bella ricetta.
Ritorna quindi l’appuntamento con le uscite sul Corriere della Sera di mie ricette all’interno dell’inserto salute nella pagina alimentazione, dopo un po’ di assenza.
E la richiesta, come dicevo, parte da una ricerca di cui si parla nell’articolo scritto dalla brava Carla Favaro in cui si parla in generale della dieta che aiuta a conservare giovane la pelle e in particolare di uno studio francese pubblicato su PLOS-ONE.
Che ci racconta come i ricercatori dopo una lunga indagine su quasi 3000 persone fra i 45 e i 60 anni hanno appurato che il consumo di buoni acidi grassi monoinsaturi ha un effetto chiaro sull’età e sulla protezione della pelle.
Questo in entrambi i sessi e a prescindere dai tipici fattori di rischio per l’invecchiamento precoce della pelle, come il dannosissimo fumo.
Come potete bene immaginare l’alimento principe ricco di buoni acidi grassi monoinsaturi è risultato l’olio da olive in tutta la sua esplosiva potenza.
Non il solo, ovviamente, ma certamente il numero uno e il più resistente ai tanti fattori di ossidazione a cui va incontro il cibo.
In ogni caso nell’articolo di oggi che presto comparirà anche sul sito del Corriere avrete modo di approfondire il tutto.
Ora non resta che regalarvi la ricetta!!!

 

Bruschette di pane con zucchine e carote

Bruschette di pane con zucchine e carote 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 zucchine medie,
  • 125 g di ricotta di pecora soda e asciutta,
  • 2 carote medie,
  • 1 mazzetto di maggiorana fresca,
  • 4 sottili fette di pane tipo pugliese da circa 50 g ognuna,
  • coriandolo in grani,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare le zucchine e asciugarle, con un pelapatate pelare la buccia e metterla in una ciotola, coprirla e conservarla in frigorifero.
  2. Tagliare la polpa rimasta in piccoli cubetti, cuocerla a vapore per 5 minuti circa e frullarla finemente con la ricotta di pecora e 2 cucchiai d’olio, regolarla di sale e insaporirla con una macinata di coriandolo o semplice pepe bianco.
  3. Pulire le carote e tagliarle a julienne insieme alle bucce delle zucchine conservate, scottare le due verdure a vapore per 1 solo minuto e condirle con altri 2 cucchiai d’olio e la maggiorana pulita e sfogliata.
  4. Tostare leggermente le fette di pane, spalmarle con la crema bianca e ricoprirle con carote e zucchine alla maggiorana.


Tags: , , ,
Postato in Antipasti, Corriere della Sera, Ricette senza Uova, Ricette vegetariane, Ricette veloci | 2 Commenti »


2 Commenti per “L’olio da olive ancora vincitore”

  1. cry68 Scrive il mag 5, 2013 | Replica

    ummmm deve essere deliziosa. grazie cry68

  2. Giuseppe Capano Scrive il mag 5, 2013 | Replica

    Cara Cry,
    ti assicuro è decisamente deliziosa e per altro semplicissima.
    Provala!
    Giuseppe

Aggiungi un commento