Mestieranti del gusto e della manualità

Scritto da Giuseppe Capano il 5 settembre 2011 – 16:28 -

Caciotta al timo

Sabato abbiamo visitato a Nago la mostra mercato “DegustaNago – Sapori e Saperi dal Monte Baldo al Garda“, ambientata nel paese che si affaccia sullo splendido lago di Garda, punto di fusione tra lago e montagna, è stata una piacevole scoperta.
Innanzitutto dei luoghi che in passato abbiamo solo sfiorato puntando a altre mete, il paesino è piccolo ma caratteristico e ho trovato molto amore e accoglienza da parte di chi vi vive e ne è giustamente orgoglioso.
L’obbiettivo dell’iniziativa, tenuta lungo tutto il primo weekend di settembre, era abbinare i sapori del Lago di Garda a quelli del Monte Baldo, nello specifico l’idea sfiziosa di abbinare le erbe e i formaggi del Baldo con l’olio, il vino e il pesce dell’area gardesana.

Elementi per me affascinanti che in ogni caso trovo siano ancora da sviluppare con maggiore forza, spirito di iniziativa e coinvolgimento maggiore, anche perché l’area in se ha un potenziale enorme considerando la vicina presenza della Val di Gresta e di tutti i suoi prodotti orticoli biologici, valle che a breve organizzerà la sua mostra mercato, sicura prossima meta di visita.

Baldo speziale

In ogni caso la giornata è stata piacevole, le guide che abbiamo incontrato competenti, gentili e molto disponibili a raccontare storia, cultura e tradizioni gastronomiche.
Oltre alle piante officinali e aromatiche declinate alla cosmesi e alla medicina naturale, erano presenti delle Isole del Gusto, dove assaporare prodotti e proposte enogastronomiche legate ai comuni del territorio sia in autonomia sia tramite percorsi di degustazione guidata, a cui abbiamo prontamente aderito.
Tra i vari assaggi, a parte l’olio e i vini del Garda che conosciamo bene, ci siamo soffermati su alcuni formaggi, erbe e mieli portando a casa un piccolo campionario con cui provare nuove ricette, che a breve compariranno sul blog.
In particolare mi è parso interessante il formaggio al timo, assaggiato anche su una gradevole pizza, ma con cui sicuramente è possibile pensare a abbinamenti più esaltanti e valorizzatori.
Tra le altre cose lungo le vie del centro di Nago erano anche presenti alcuni artigiani di mestieri antichi intenti con passione e dedizione a far rivivere antiche gesta e immutate emozioni.
Personalmente penso che osservarli è un dovere, significa riconoscere loro una filosofia di vita su cui riflettere in profondità, il mestiere nasceva e nasce da una manualità che molto ha in comune con i gesti di cucina con la differenza che oggi spesso (ma non sempre per fortuna!!) della modestia meditativa di questi mestieranti la cucina ha perso per strada ogni traccia.
A breve le ricette con i prodotti speziali del Baldo, a questo indirizzo, invece, trovate molte altre informazioni.

Impagliatore


Tags: , ,
Postato in Eventi, Mondo alimentare | Nessun commento »

Aggiungi un commento