Primi piatti provocanti

Scritto da Giuseppe Capano il 27 dicembre 2011 – 23:14 -

Spaghetti_integrali_con_verza_e_zuccaDelle tante ricette provate per vari motivi e scopi negli ultimi mesi del 2011, giunto ormai alla fine, ne sono rimaste indietro e non pubblicate sul blog diverse.
Oggi rispolvero questa di cui mi è piaciuto molto l’equilibrio generale in termini nutritivi e di prevenzione, siamo di nuovo su un primo piatto, ma penso non sia certo un caso, in fondo ne siamo la patria vera.

Per tutte le altre nazioni il concetto di primo piatto è molto più labile e relativo, per un Italiano no, è imprescindibile a priori.
Magari poco, appena condito, preparato di fretta, assemblato semplicemente con buon olio di olive, ma un piatto di pasta è imprescindibile.
Rifacendoci a una celebre gag di Alberto Sordi è troppo provocante per non reagire nei fatti e far finire nella nostra bocca la semola fumante che solo la genialità Italiana ha saputo trasformare in manufatti unici.
Qui gli spaghetti (ho già detto più volte dell’alta qualità ormai raggiunta da quelli integrali, decisamente da preferire a meno di salse particolari che facciano orientare per i classici di sola semola bianca) si fanno abbracciare da due ortaggi tipicamente invernali e dalle spiccate proprietà salutistiche.
Le stesse foglie della verza si prestano poi a decorare in maniera efficace il piatto, mentre i neri semi di papavero aiutano a contrastare i colori.
Il gusto è ottimo e vi invito a provarla, ecco di seguito la ricetta.

 

Spaghetti integrali con verza e zucca

Spaghetti_integrali_con_verza_e_zucca

Ingredienti per 4 persone:

  • 50 g di mandorle sgusciate e pelate,
  • 1 cucchiaino di foglie di rosmarino secco e 15 semi di finocchio,
  • 2 grandi cipolle bianche,
  • 450 g circa di cavolo verza,
  • 250 g di zucca mantovana già pulita,
  • 320 g di spaghetti integrali,
  • 1 cucchiaio di semi di papavero,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lasciare le mandorle in ammollo in 500 ml circa di acqua tiepida dal giorno prima.
  2. In un mortaio pestare il rosmarino secco e i semi di finocchio fino a ridurli in polvere, mescolarli con 3 cucchiai di olio e metterli in una padella, aggiungere le cipolle sbucciate affettate finemente, coprirle e rosolarle per 10 minuti circa a calore medio basso.
  3. Nel frattempo sfogliare la verza, lavarla e affettarla, togliere la metà delle cipolle mettendole direttamente in un frullatore, unire nella padella la verza, salare, coprire e cuocere per 20 minuti abbondanti bagnando se serve con poca acqua.
  4. Tagliare la zucca in piccoli pezzi e lessarla in abbondante acqua bollente salata per 10 minuti fino a renderla tenera, scolarla con una schiumarola mettendola nel frullatore insieme alle cipolle, conservare l’acqua di cottura la caldo.
  5. Aggiungere le mandorle scolate dalla loro acqua e frullare versando l’acqua di cottura della zucca sufficiente a ottenere una crema morbida da regolare di sale.
  6. Lessare gli spaghetti al dente nell’acqua di cottura della zucca riportata a ebollizione, tostare in un pentolini i semi di papavero, scolare la pasta non troppo asciutta e saltarla nella padella della verza, distribuirla nei piatti, mettere nel mezzo la crema di zucca, cospargere con i semi di papavero e servire subito.

Tags: , , ,
Postato in Primi, Ricette di stagione, Ricette invernali, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane, Ricette vegetariane | Nessun commento »

Aggiungi un commento