Quanto è rara l’oggettività informativa

Scritto da Giuseppe Capano il 16 ottobre 2012 – 16:24 -

Tabella Firenzuoli acidi grassi

Acidi grassi vegetali (tratta da Fitoterapia, di F.Firenzuoli, 2009)

Ultimamente mi sto occupando molto di acidi grassi polinsaturi, in buona parte per le revisione della seconda edizione del libro sul cancro di cui vi avevo già parlato qui, poi perché il loro ruolo è prezioso e determinante in molte situazioni di prevenzione e aiuto al consolidamento dello stato di salute.
Nel fare tutto ciò ho anche osservato la grande confusione che spesso aleggia in chi tira in ballo per interessi propri questi preziosi acidi, di volta in volta a seconda delle tesi che si vogliono propagandare sono evidenziati alcuni aspetti e altri no.


Insomma si interpretano i dati solo secondo il proprio punto di vista, riguardo all’oggettività e onestà divulgativa che si dovrebbe sempre avere neanche l’ombra.
Per cui non ho saputo resistere nel segnalarvi un altro bel intervento di Fabio Firenzuoli nel suo blog gemello al mio pur trattando altri argomenti.
Non ha certo bisogno di presentazioni Firenzuoli e già in passato ve ne avevo parlato segnalandovi alcuni suoi interventi, in ogni caso vi consiglio di tenerlo presente, lo trovate qui.
Tornando all’argomento del post l’intervento è un analisi molto chiara del ruolo e delle funzioni degli acidi grassi polinsaturi (per far capire, tutta la serie degli Omega: 3,6, 9 e come dice Firenzuoli chissà quanti altri a breve) con un esposizioni oggettiva di cosa, quanto e come.
Vi rimando volentieri al suo post, qui estrapolo alcuni frammenti illuminanti e un piacevolissimo, per me, accenno a quel straordinario prodotto alimentare che è il mio amatissimo olio di olive.


“…………………………..Date a Cesare quel che è di Cesare, dicevano le sacre scritture, e non solo…
Se è l’olio di pesce che ha dimostrate certe proprietà, è l’olio di pesce che ce le ha… E poi certe proprietà, non tutte: ad esempio mai è stato dimostrato l’effetto ipocolesterolemizzante dell’olio di pesce… e neppure lo è stato per altri oli vegetali propagandati come ricchi in omega 3 … A questi invece riserviamo il loro pur importante ruolo di nutrienti della pelle e delle mucose, anche in menopausa … che già non è poca cosa. Anzi implementiamone l’uso ad esempio per creme, ovuli vaginali, e quant’altro abbia un fondamento però, senza strafare, senza voler per forza accaparrarsi diritti altrui immeritati … Questo comportamento infatti non giova a nessuno……………………….”
“……………………………Vorrei semplicemente concludere sottolineando, proprio per la stagione che sta arrivando, il ruolo dell’olio di oliva, principe delle nostre tavole e della nostra dieta mediterranea, porta aperta verso la migliore farmacia naturale della nostra salute… sia nei confronti della protezione cardiovascolare sia di quella osteoarticolare………….”

Alla prossima puntata.


Tags: , ,
Postato in Cibo, cultura e società, Mondo alimentare | Nessun commento »

Aggiungi un commento