Succo di mela gioventù

Scritto da Giuseppe Capano il 16 settembre 2011 – 22:13 -

In questi giorni in tutta la vallata la raccolta delle mele è in pieno fermento, uomini al lavoro, trattori multicolori, moderne baracche colme di mele pronte da vendere ai turisti, passanti e abitanti della valle.
Lo scenario si ripete ogni anno, come è consuetudine ormai fa parte della normalità stagionale, ma fino a quando non sono venuto a vivere qui non ho mai colto fino in fondo il succo, e qui il succo è proprio il termine esatto, di consumare una mela nella sua reale stagione di raccolta.

Mi spiego meglio, certamente da sempre consumo mele in stagione ma la stagionalità di questo frutto è spesso indefinita, nel senso che anche a novembre possiamo considerare la mela di stagione, cioè dopo circa 2 mesi dalla sua raccolta effettiva.
Il suo sapore, il suo succo succulento che ti inonda la bocca ad ogni croccante morso e quasi risale dal naso in un connubio di profumo/aroma/plasticità possiamo ritenerlo uguale?
In apparenza si, soprattutto da quando l’industria della conservazione si è inventata di tutto (non tocchiamo per ora la correttezza o meno dei sistemi adottati) per prolungare l’aspetto esterno del frutto per molti e molti mesi.
Non è un caso che citi l’aspetto esterno, questo è quello che più colpisce il consumatore che tutto sommato e confortato dal comprare belle mele anche a dicembre, gennaio, febbraio, ecc.
Ma l’aspetto esterno garantisce anche il sapore originario? In apparenza si, soprattutto se non si è mai realmente assaporata una mela dopo pochi giorni dalla raccolta.
In realtà la differenza è molta, per questo il post di oggi vuole semplicemente invitarvi a consumare più mele possibili proprio in questi giorni (fate però attenzione ai furbi commercianti, in particolare di città, che ancora oggi vi vendono mele dell’anno prima, sembra incredibile ma controllate con attenzione, non a caso qui si mette ben in evidenza sui banchi vendita un cartello in cui si dice “mele appena raccolte“).
Fatene dolci, eccellenti insalate, antipasti curiosi, primi insoliti, consumatele come pasti e merende, cercate di sentirne l’intenso succo, un succo di gioventù potremmo dire.
Poi assaggiate le stesse mele dopo 2 mesi e così capirete. Per intenderci rimangono ugualmente un ottimo frutto da consumare il più possibile, ma che differenza!!
Con le mie mele acquistate oggi penso di inventarmi qualcosa domani che di questo succo ne canti le glorie, almeno ci provo, vediamo il risultato.

Mela singola


Tags:
Postato in Mondo alimentare | Nessun commento »

Aggiungi un commento