Succo di pure olive, condimento di passione e salute

Scritto da Giuseppe Capano il 16 dicembre 2011 – 11:18 -

Olio OfficinaMeno 3, non i gradi che ci sono fuori dalla finestra ma i giorni che mancano alla presentazione del grande evento che vedrà Milano capitale dell’olio di olive.
La conferenza stampa con presentazione del progetto si terrà lunedì 19 dicembre alle ore 12.00 presso Palazzo Giureconsulti, Milano ovviamente.
Altrettanto ovviamente sarò presente insieme all’ideatore di questo lungimirante evento e vera anima organizzativa che pulsa di passione per un succo naturale che aspetta ancora la sua giusta e valorizzata collocazione all’interno della nostra dieta, ma non solo.

L’olio di olive è molto di più, intanto espressione chiara e incisiva del territorio e delle sue peculiarità strettamente legate alla gloriosa e ancora tutta da valorizzare appieno cucina regionale Italiana, poi elemento nutrizionale positivo e utile per regolare e prevenire molte delle patologie moderne, e ancora frutto faticoso del lavoro di uomini che continuano ad avere un rapporto intenso con la terra e i suoi arcaici meccanismi naturali, per non parlare del potenziale economico di qualità del tutto trascurato a favore di quantità eterogenee e senza personalità organolettica, e poi molto altro ancora.
Insomma un appuntamento da non perdere che svelerà nell’anteprima della conferenza stampa molte altre stuzzicanti e imperdibili occasioni di incontro, confronto, crescita e conoscenza.

In attesa di lunedì vi lascio la sintesi del progetto che esprime tutta la bellezza del festival prossimo venturo e vi ricordo chi interverrà per raccontarvi percorsi e incontri: Luigi Caricato, Direttore Olio Officina Food Festival, Angelo Ruta per l’Area spettacoli, Giuseppe Capano per l’Area cooking.

Olio Officina Food Festival condimenti per il palato & per la mente si propone di riformulare l’abituale approccio con i grassi in cucina, dettato com’è finora più dalla consuetudine e da un sentire comune che non da un sano spirito di confronto dialettico e formativo.
Il festival punta nei suoi intenti a soddisfare l’urgente necessità di aprire a nuovi percorsi esplorativi, e lo fa attraverso l’adozione di linguaggi e stili interpretativi inediti e perfino inusuali.
Non essendo più sufficiente ritenere l’olio extra vergine di oliva il “re” incontrastato delle tavole, solo per pura abitudine al consumo, è necessario dimostrarne la centralità prima di tutto su un piano strettamente pratico e operativo, fornendo così le diverse chiavi di lettura utili per comprendere al meglio una materia prima ancora poco conosciuta in tutte le sue molteplici potenzialità espressive.
Olio Officina Food Festival non è tuttavia incentrato solo ed esclusivamente sull’olio extra vergine di oliva. L’attenzione è rivolta a tutti i condimenti in maniera indistinta e senza preclusioni, sempre in diretta relazione con ogni altra materia prima alimentare.
Olio Officina Food Festival non è nemmeno solo cultura materiale, puro condimento che si lega e amalgama con il cibo, ma è soprattutto un luogo di cultura alta e di confronto. Da qui l’impegno a non confinare l’attenzione ai soli condimenti che soddisfano il palato, ma di estendere equamente il medesimo interesse anche ai condimenti che nutrono e impreziosiscono la mente. All’interno del festival, pertanto, accanto allo spazio “officina” è previsto un apposito spazio, il “salotto”, espressamente dedicato agli incontri culturali in senso stretto.
Il format
Olio Officina Food Festival si sviluppa in due intense giornate a doppio binario: da una parte il pubblico professionale, dall’altra il pubblico generalista; con un ricco programma fatto di show cooking, tavole rotonde, dialoghi, interviste, scuole di cucina, buffet a tema, degustazioni guidate, sedute di assaggio, brevi corsi di degustazione per neofiti, mostre, proiezioni video e, la sera, un salotto culturale, letterario, musicale e artistico, con performance teatrali, concerti, presentazioni di libri, incontri con personaggi di grande spessore culturale.
Il pubblico
Olio Officina Food Festival è rivolto a un’utenza allargata e si propone di raccogliere in momenti e spazi separati tutti gli appassionati cultori dell’olio extra vergine di oliva e della buona cucina. Tutti, proprio tutti, indistintamente: sia chef, sia maestri di cucina che intendono approfondire le proprie conoscenze; sia buyer, sia operatori del canale Horeca disposti ad affrontare in maniera esaustiva la complessa e composita materia dei grassi e dei condimenti; sia gourmet che frequentano corsi di scuola di cucina, sia consumatori consapevoli e sensibili; sia ricercatori e sia, non ultimi, i diretti protagonisti della materia prima, i produttori d’olio e di altri condimenti.
Nel salotto culturale del festival, la sera, infine, il pubblico non conosce più alcuna distinzione di appartenenza e accoglie tutti.

Nidi di porri, agrumi e pecorino al pepe

 



Tags: ,
Postato in Eventi, Mondo alimentare, Olio-Cibo | Nessun commento »

Aggiungi un commento