Tortini di mais ai carciofi con salsa di cavolo rosso

Scritto da Giuseppe Capano il 15 febbraio 2012 – 23:31 -

Tortini di mais ai carciofi con salsa cremosa di cavolo rosso al finocchioQuesta è l’ultima, ve lo giuro, ma desideravo finire il ciclo del “cavolo” che avevo iniziato.
Parlo del cavolo rosso che ormai vi ho fatto provare con diversi approcci, in questa ricetta è abbinato con carciofi e mais.
Volutamente tenuto leggero e poco invadente credo però senta la mancanza di un formaggio nell’impasto per armonizzare meglio un certo sentore asprigno di sottofondo.
Lo stesso effetto correttivo potrebbe essere ottenuto con una fonduta di formaggi lasciata colare sul tortino prima di aggiungere la salsa di cavolo rosso.

Altrimenti se fossimo in stagione di buoni funghi di bosco lascerei anche perdere il formaggio e mi butterei sui funghi inserendoli sia nell’impasto del tortino che nella salsa di cavolo rosso.
Se invece avete altri suggerimenti, magari a ragion veduta dopo aver provato la ricetta, sono qui in attesa di conoscerli e ascoltarli.
Concludo qui almeno non faccio le ore piccole anche oggi.
A voi la ricetta

 

Tortini di mais ai carciofi con salsa cremosa di cavolo rosso al finocchio

Tortini di mais ai carciofi con salsa cremosa di cavolo rosso al finocchio

Ingredienti per 4 persone

  • 5 carciofi spinosi,
  • ½ limone,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato,
  • 1 cucchiaino di prezzemolo tritato,
  • 250 g di cavolo rosso,
  • 1 piccola patata a pasta bianca,
  • 100 g di fagioli cannellini lessati,
  • 1 cucchiaino scarso di buon dragoncello secco,
  • 1,5 l circa di brodo vegetale,
  • 15 semi di finocchio,
  • 150 g di farina per polenta precotta,
  • 1 cucchiaino di semi di papavero,
  • olio extra vergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pulire i carciofi dalle punte e dalle foglie più esterne conservando il solo cuore tenero e un pezzo del gambo, dividerli a metà, eliminare la barbetta interna, affettarli e metterli in acqua allungata con succo di limone.
  2. Sbucciare e tritare l’aglio, preparare lo zenzero e il prezzemolo, mescolare gli aromi con tre cucchiai di olio, scolare i carciofi a fette, metterli in una larga padella, condirli con l’olio aromatico e un pizzico di sale, coprirli e trifolarli per 10-15 minuti circa.
  3. A parte pulire il cavolo rosso e affettarlo, metterlo in una pentola insieme a 1 bicchiere abbondante di brodo, aggiungere la patata sbucciata tagliata a pezzi, il dragoncello e poco sale, coprire e cuocere per 20 minuti circa, se necessario versare altro brodo.
  4. Alcuni minuti prima della fine cottura unire anche i fagioli, frullare il tutto versando l’altro brodo necessario a ottenere una fluida salsina, aromatizzarla con i semi di finocchio pestati finemente e mescolati a 2 cucchiai di olio.
  5. Portare a ebollizione 700 ml di brodo, aggiungere la farina per polenta precotta e cuocere 5 minuti circa, tritare grossolanamente i carciofi cotti, aggiungerli alla polentina pronta, riempire 4 stampini semplicemente bagnati e lasciare consolidare per 10 minuti.
  6. Sformare i tortini al centro di 4 piatti e circondarli con la salsina di cavolo rosso, decorare con i semi di papavero e servire subito.

Tags: , ,
Postato in Ricette invernali, Ricette senza Glutine, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane, Ricette vegetariane, Secondi | 4 Commenti »


4 Commenti per “Tortini di mais ai carciofi con salsa di cavolo rosso”

  1. Sissa Scrive il feb 16, 2012 | Replica

    Ho trovato il tempo di seguire i miei blog preferiti solo stasera, e quindi inizio da questo post fresco fresco!
    Ho provato a fare il cavolo rosso con le mele la settimana scorsa (ricetta trovata qui). Stupendo, peccato solo che ne ho fatto troppo e quindi, in due, siamo andati avanti a mangiare lo stesso contorno per giorni!! Ma ce l’abbiamo fatta!
    Ora mi leggo bene la ricetta del tortino, la presentazione è bellissima!
    Buon riposo,
    Sissa

  2. Nadir Scrive il feb 16, 2012 | Replica

    Faccio la maestrina ;-)… negli elenco degli ingredienti mancano i fagioli. Capita quando si è a fine giornata.
    Ciao :)

  3. Giuseppe Capano Scrive il feb 16, 2012 | Replica

    Grazie,
    purtroppo capita quando si hanno molte cose da seguire. A me queste osservazioni sono molto utili e quindi ringranzio, qualsiasi osservazione, anche critica, è un accrescimento, non si è mai abbastanza maestri da pensare di non aver bisogno degli altri per continuare a crescere.

  4. Giuseppe Capano Scrive il feb 16, 2012 | Replica

    Grazie Sissa, come sempre aspetto la tua prova per un bel confronto.
    A presto

Aggiungi un commento