Un bel festival sul latte

Scritto da Giuseppe Capano il 6 maggio 2013 – 13:09 -

Panorama festival latte 518Peccato non essere riuscito a parlarvene prima, credo che a qualcuno nei dintorni poteva certamente interessare a fare una capatina per vedere questa simpatica manifestazione.
Invece tra i mille impegni di lavoro e la vita in famiglia non sono proprio riuscito, però visto che praticamente era a due passi da casa, io una visita a questo piccolo festival del latte che si svolgeva nei giorni scorsi nelle vie del mio paese non me la sono lasciata sfuggire.

Così in particolare ieri mi sono lasciato incantare dai racconti di un casaro ben conosciuto da queste parti che in diretta ha spiegato con quella bella e umana passione che ha chi ama profondamente la natura e il proprio lavoro come si faceva un tempo e come si fa oggi il formaggio.
Perché come raccontava il manifesto che accompagnava il festival ” Protagonisti della festa saranno i contadini ed i prodotti legati al mondo del latte in particolare il Formaggio Vézzena uno dei formaggi più antichi della tradizione casearia trentina, prodotto esclusivamente con il latte estivo delle vacche delle malghe dell’Altopiano di Vézzena. Un formaggio particolarmente ricercato per le sue caratteristiche organolettiche dovute alla particolarità delle erbe dei pascoli”.
Così è stato anche se poi per le vie c’era molto altro, dalle bancarelle che vendevano formaggi della zona, ai laboratori per i più piccoli, a una mini fattoria con diverse animali.
Per i bimbi turisti di città credo un’occasione unica per “capire” meglio il mondo naturale e cosa c’è dietro quel pezzo di formaggio (o meglio che ci “dovrebbe essere dietro”!) comprato nell’anonimo mega supermercato vicino casa.
E l’afflusso è stato abbondante, altre informazioni le trovate qui, potrebbe essere un appunto di ricordo che vi tenete per l’anno prossimo, credo che il successo sia stato positivo e l’evento verrà senz’altro ripetuto.
Ritorno però un attimo al casaro, assistere in diretta alla preparazione di un semplice formaggio (per altro poi assaggiato ancora caldo!!), sentire i racconti di una persona saggia carica di ricordi e semplicità, guardare gli strumenti, i movimenti delle mani, le piccole accortezze, i trucchi raccontati senza ritegno o gelosia, i tanti perché dietro la formazione magica di un formaggio finale è stata un’autentica recita di poesie d’amore per il cibo.
Comunque la pensiate, che il latte sia veleno (come qualcuno sostiene a spada tratta!), che non sia giusto e naturale consumarlo, che non sia rispettoso nei confronti della vita animale, il racconto di un uomo che con semplicità spiega il suo mestiere è un piccolo gioiello di vita che svela quanto amore può esserci dietro a un cibo lavorato.
E quanto dentro si sappia mettere la propria anima e tramite il cibo passarla agli altri.
Per ricordo vi lascio un mosaico delle immagini più salienti del racconto del casaro, compreso il formaggio poi assaggiato!

Panorama festival latte 518


Tags: ,
Postato in Eventi, Mondo alimentare | 2 Commenti »


2 Commenti per “Un bel festival sul latte”

  1. cry68 Scrive il mag 6, 2013 | Replica

    bè io ho sempre adorato il latte fin da piccola . il latte lo bevevo addirittura freddo . che bonta’…. ora alla soglia e piu’ dei 40 anni è stato il primo alimento che mi hanno eliminato dalla mia alimentazione. assolutamente nocivo, poco digeribile, ricco di grassi ect. ect….
    di sicuro pero’ il formaggio lo mangio scegliendo quello di capra e non mi dispiace. buona serata. cry68
    ps. bellissime immagini.

  2. Giuseppe Capano Scrive il mag 6, 2013 | Replica

    Ciao Cry,
    mi dispiace ti abbiano tolto il latte, personalmente lo consumo raramente semplicemente perché di per se non vado matto, mentre quando viene trasformato in formaggio purtroppo si!!
    Comunque anche con il latte di capra si fanno cose eccellenti per cui credo che sia facile rifarsi!
    Grazie il festival era molto carino ed è stato facile scattare belle immagini.
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento