Un paese straordinario se ancora non lo conoscete!

Scritto da Giuseppe Capano il 24 settembre 2014 – 23:07 -

Dessert doppio tropicale 318Conservo ancora in bocca l’aroma sensuale delle rosa che dalla polpa di un suadente arancio veniva fuori morso dopo morso e invadeva ogni anfratto della bocca.
L’inebrio di bocca e naso portava a se emozioni, ricordi, sensazioni nuove e visione di nuove mete, orizzonti di cucina aperti e spalancati dal profumo aromatico del frutto.

La rosa mela, parlo di lei riagganciandomi all’ultimo post, ne parlo con l’enfasi che lascia capire la sua bontà e quanto colpisce, oltre che il gusto anche l’immaginazione.
Nel poco tempo che avevo al ristorante ho voluto trovare a tutti i costi uno stralcio di spazio per provare a far passare in una ricetta tutta la positività di questo frutto.
E poi, soprattutto, come segno di ringraziamento verso chi il frutto me lo ha fatto conoscere, degustare, raccontare, entrare nelle mie sfere sensitive.
Un buon dolce come già dicevo, ma lo considero anche e ancora una bozza, le potenzialità della rosa mela sono ben altre e sicuramente ci sono altre strade più meritorie per farne apprezzare i sentori sensuali.
Il tempo però è quello che è, soprattutto la forze dopo quasi 16 ore di cucina ininterrotta per tre lunghe settimane sono quello che sono.
A dire il vero potrei dire anche dell’età!!!!!!!!!
Comunque a voi il dolce della rosa mela che ho voluto abbinare a un altro frutto tropicale, anche questo ormai stabilmente e gustosamente coltivato in Sicilia per quanto possa apparire sorprendente ai più.
Si tratta del mango di cui ho visto intere piante con frutti pendenti, alcuni di dimensioni impressionanti!!!
Senza per questo fare voli dall’altra parte del mondo, semplicemente stando in Italia, un paese straordinario per chi ancora non lo conoscesse!!!
E ho idea che molti Italiani non lo conoscono!!!
Grazie ancora a Marco per l’incontro con la Rosa Mela!

 

Dessert doppio tropicale

Dessert doppio tropicale 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 g di polpa di mango matura pulita,
  • 350 g circa di rosa mela,
  • 4 cucchiai di zucchero,
  • 1 cucchiaio di agaragar mescolato a 1 cucchiaio di maizena o amido di riso,
  • 200 ml di acqua,
  • 40 g circa di pistacchi tritati

Preparazione

  1. Tagliare a cubetti il mango, mescolarlo con un cucchiaio di zucchero e cuocerlo per 5-10 minuti fino a renderlo morbido, se ancora non abbastanza maturo e asciutto bagnarlo con poca acqua durante la cottura, una volta pronto frullarlo e ridurlo in crema
  2. Pulire le rosa mela dal picciolo, dividerle a metà e eliminare i semi, affettarle e mescolarle con un altro cucchiaio di zucchero, cuocerle per 5 minuti circa e frullarle mescolandole con i pistacchi tritati.
  3. Sciogliere il composto di agaragar e amido nell’acqua, aggiungere lo zucchero e portare gradualmente a ebollizione, cuocere a calore basso per 2-3 minuti.
  4. Unire un po’ più della metà di questo liquido al composto di rosa mela e il restante al mango.
  5. In alcuni stampini formare uno strato di rosa mela, uno centrale di mango e uno finale di rosa mela, mettere in frigorifero e lasciare consolidare per 1-2 ore, quindi sformare e decorare a piacere.


Tags: , , ,
Postato in Cibo, Dolci e Dessert, Ricette senza Glutine, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane | Nessun commento »

Aggiungi un commento