Una bianca focaccia dolce all’uva

Scritto da Giuseppe Capano il 26 ottobre 2011 – 23:06 -

Focaccia dolce all’uva bicoloreLunedì sono stato a Milano alla fiera Host dove era da anni che mancavo, sempre molto interessante vista l’impronta strettamente professionale, tenersi aggiornato sulle ultime novità è più che un dovere.
È stata la buona occasione per incontrare di persona e conoscere un’appassionata professionista della panificazione con cui abbiamo discusso di progetti e dei molti aspetti che le nostre professioni hanno in comune.
La conoscenza e l’amicizia è nata online all’interno dei moderni canali di incontro a dimostrazione di come non sempre si debba dubitare o temere la modernità tecnologica odierna.

Tra una cosa e l’altra parlando ci siamo confrontati su come realizzare una focaccia dolce alla frutta partendo da un impasto base normale per preparati salati.
Diverse ipotesi e soluzione, ma siccome il giorno dopo mi sono trovato a improvvisare una ricetta di focaccia e tra gli ingredienti disponibili vi erano 2 bei grappoli di uva fresca soda e croccante è venuto spontaneo sperimentare un focaccia dolce all’uva.
Già la conoscevo nella mia testa e in passato ne avevo provato alcune versioni, del resto è una preparazione abbastanza tradizionale e relativamente usata con tante varianti più o meno elaborate
Ferma restando la semplice farcitura superficiale qui volevo trovare qualche soluzione diversa nell’impasto che richiamasse in se il concetto di prodotto finale dolce, non avendo a disposizione altre farine oltre a quella bianca 0 ho azzardato l’inserimento nell’impasto della noce di cocco, che avevo a disposizione secca in simil farina.
Il risultato ha sorpreso, credo in positivo, ma chi è più esperto di me in panificazione potrà fare osservazioni più accurate e mirate magari smentendo in parte il mio giudizio positivo, in ogni caso la particolarità è stata che l’impasto interno della focaccia ha mantenuto un colore bianco particolare, tanto da far dubitare della completa cottura della base.
Che invece è stata completa visto che all’assaggio si è apprezzata l’estrema morbidezza, il buon sapore di cocco in sottofondo, l’armonia con la frutta e lo zucchero in superficie.
Forse qualche minuto in più di cottura sarebbe stato meglio, ma alla fine il lavoro ci ha soddisfatto, immagino che con una lavorazione “seria” nel senso di lievitazione naturale e lunga i risultati possano essere migliori e di molto, dobbiamo però accontentarci, in 4 ore o poco più questo è il massimo che con i ragazzi siamo riusciti a fare.
A voi la ricetta.

 

Focaccia dolce all’uva bicolore

Focaccia dolce all’uva bicolore

Ingredienti per 8 persone:

  • 10 g di lievito di birra,
  • 225 ml circa di acqua,
  • 1 cucchiaio di miele liquido,
  • 450 g di farina 0,
  • 50 g di noce di cocco secca in polvere,
  • ½ cucchiaino di sale fino,
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva,
  • 300 g di uva nera,
  • 300 g di uva bianca,
  • 4-5 cucchiai di zucchero di canna

Preparazione:

  1. Mescolare il lievito nell’acqua tiepida fino a scioglierlo completamente unendo anche il miele, aggiungere la metà della farina 0 e formata una pastella coprirla e lasciarla riposare per 45 minuti.
  2. Mescolare la farina rimasta con il sale e la noce di cocco, disporla a fontana, nel mezzo mettere la pastella riposata, unire l’olio e raccogliendo man mano la farina dalla parte interna impastare gli ingredienti a lungo utilizzando le dita e i palmi delle mani.
  3. Ottenuto un impasto uniforme e morbido (versare un alto poco di acqua se necessario) inciderlo con una croce superficiale e metterlo in un largo e alto contenitore con coperchio, potrebbe andare bene anche una pentola in terracotta o acciaio, avvolgerlo con un panno e lasciarlo lievitare per almeno 90 minuti.
  4. Nel frattempo lavare con cura l’uva e sgranarla tenendo separati i due colori, tagliare ogni acino a metà per il lungo e eliminare i semi interni.
  5. Infarinare con cura e stendere la pasta a uno spessore di ½ cm abbondante, la sofficità della pasta dovrebbe garantire di riuscire a stenderla direttamente nella teglia leggermente oliata utilizzando le sole dita.
  6. Alternare sulla superficie mezzi acini bianchi e neri formando delle file, cospargere con lo zucchero di canna e  lasciare lievitare per almeno altri 30 minuti.
  7. Riscaldare il forno fino a 190 gradi e cuocere la focaccia per 20 minuti circa di media in base alle caratteristiche dell’impasto, allo spessore e alle dimensioni.

Tags: ,
Postato in Dolci e Dessert, Impasti, Ricette di stagione, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane, Ricette vegetariane | Nessun commento »

Aggiungi un commento