Una focaccia un po’ diversa

Scritto da Giuseppe Capano il 7 febbraio 2013 – 23:10 -

Focaccia integrale morbida in sfoglie con ripieno di finocchi e porri 318Era da un po’ che non mettevo una ricetta con un impasto lievitato, questa risale a più di un anno fa quando ho sperimentato diverse ricette con impasti lievitati.
Certo sempre con impasti diretti perché come spiegavo mesi addietro sono tutte ricette, prove e sperimentazioni nate in un contesto in cui insegnavo e avevo giusto una manciata di ore a disposizione e nulla più.

Così molti degli amici panificatori avranno qualcosa da ridire e criticare, ripeto come in altre occasioni che hanno ragione da vendere, mille volte meglio gli impasti indiretti, con lievito madre e così via, ma quando non è possibile fare questo qualcosa bisogna pur ingegnarsi a fare.
Qui in ogni caso la ricetta è molto interessante e questo al di la dell’impasto che decidete di fare.
Intanto per l’abbinamento con l’ottimo finocchio, un ortaggio umile che sa riservare molte sorprese positive se si ha la capacità di capire il suo sottile linguaggio fatto di aromi e consistenze.
Poi per la particolare composizione a strati che con gli impasti lievitati non è certo usuale, ma qui arriva a funzionare bene e offre una visione diversa della solita focaccia.
Poi devo dire è sparita in men che non si dica, una volta tagliata a fette è andata a ruba malgrado fosse ancora bollente, la golosità è irresistibile!!
Quindi ve ne faccio dono sperando che sia cosa gradita.
Aggiungo solo che visto che ieri parlavamo di carciofi io proverei a rifare la stessa focaccia proprio con i carciofi o mescolando finocchi con carciofi.
Scommetto nel suo ottimo esito finale, qualcuno ci vuole provare?

 

Focaccia integrale morbida in sfoglie con ripieno di finocchi e porri

Focaccia integrale morbida in sfoglie con ripieno di finocchi e porri 518

Ingredienti per 8 persone:

  • 5 g di lievito di birra,
  • 225 ml circa di acqua,
  • 1 cucchiaio di miele di castagno,
  • 250 g di farina 0,
  • 175 g di farina integrale,
  • 75 g di farina di segale,
  • 1 cucchiaino scarso di sale fino,
  • 6 cucchiai d’olio extravergine d’oliva,
  • 3 finocchi medi,
  • 3 porri

Preparazione

  1. Mescolare il lievito nell’acqua tiepida fino a scioglierlo completamente unendo anche il miele leggermente scaldato per renderlo più fluido, aggiungere la farina 0 e formata una pastella coprirla e lasciarla riposare per 1 ora.
  2. Mescolare la farina integrale e la farina di segale con il sale e disporla a fontana, nel mezzo mettere la pastella riposata, unire 2 cucchiai d’olio e raccogliendo man mano la farina dalla parte interna impastare gli ingredienti a lungo utilizzando le dita e i palmi delle mani.
  3. Ottenuto un impasto uniforme e morbido (versare un alto poco di acqua se necessario) inciderlo con una croce superficiale e metterlo in un largo e alto contenitore con coperchio, potrebbe andare bene anche una pentola in terracotta o acciaio, avvolgerlo con un panno e lasciarlo lievitare a lungo per un tempo medio di 7-8 ore.
  4. Poco prima della lievitazione piena mondare i finocchi dalle sommità barbose e dalla foglia esterna più dura, dividerli a metà lavarli e tagliarli in sottili spicchi, mondare i porri dalla parte verde, lavarli con cura e affettarli.
  5. Mettere in una padella 4 cucchiai di olio e rosolare i porri inizialmente da soli per 5 minuti, aggiungere finocchi, salare, coprire e cuocere per 10 minuti circa.
  6. Dividere l’impasto lievitato in 4 parti e formare delle sfere da stendere in sottili sfoglie tonde, mettere una sfoglia su una teglia rivestita con carta da forno, farcirla con i finocchi e i porri freddi, procedere con le altre sfoglie e il ripieno finendo con la pasta.
  7. Lasciare lievitare per un’altra ora, riscaldare il forno fino a 180 gradi e cuocere per 25-30 minuti circa, intiepidire, tagliare a fette e servire.


Tags: , , ,
Postato in Impasti, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegetariane, Secondi | 2 Commenti »


2 Commenti per “Una focaccia un po’ diversa”

  1. Michele Tuveri Scrive il Feb 17, 2013 | Replica

    ciao Giuseppe, da un po’ questa focaccia mi ispirava, ma non avevo tempo di preparare l’impasto. Ieri avevo ospiti e ne ho preparato una variante, utilizzando un pane sardo, il pistoccu, più spesso della carta da musica e che si mangia dopo averlo inumidito. Insomma ho fatto strati di pistoccu inumidito nel brodo vegetale e strati di porri con finocchi, il tutto in forno. E’ piaciuto a tutti molto, confermando l’intuizione della ricetta originale, che spero di potermi preparare presto. A presto
    michele

  2. Giuseppe Capano Scrive il Feb 17, 2013 | Replica

    Ciao Michele,
    devo dire che anche la tua interpretazione non è affatto male, parliamo di consistenze diverse, ma il sapore complessivo mi sembra rispettato e vincente.
    Immagino bene che sia piaciuto a tutti!!
    Se poi troverai il tempo di fare la ricetta della focaccia con i finocchi avrai anche un bel parametro di confronto, non è detto che la tua interpretazione non sia anche migliore!
    Buoni piatti.
    Giuseppe

Aggiungi un commento