Una televisione naturale

Scritto da Giuseppe Capano il 3 maggio 2012 – 22:16 -

Televisione naturaleCerte situazioni sono davvero divertenti, ad esempio quando guardo la faccia di chi mi chiede se conosco la star chef televisiva che conduce il programma XYZ in onda sul canale omonimo e si vede rispondere che non so minimamente di cosa sta parlando.
Così indaga e mi chiede se conosco tizio o caio e io rispondo: si magari li conosco, ma solo come professionisti del mio settore per quello che fanno a livello professionale, non so e non mi interessa minimamente di quello che fanno (bene o male) in televisione.

Quelle facce stupite mi divertono molto, loro non capiscono questa mia “ignoranza”, io non capisco il loro stupore e così andiamo avanti a non capirci.
Eppure a me sembra così semplice, io ho veramente pochissimo tempo perché ho la fortuna di fare un lavoro e tante cose parallele che mi piacciono molto e mi danno soddisfazione, quello che mi rimane del tempo è sacro e destinato alla mia vita privata in famiglia, o anche semplicemente a leggere un bel libro, ascoltare una buona musica, fare sport, osservare la natura e meditare.
Non c’è proprio spazio per la televisione, se non per qualche raro telegiornale che poi mi fa venire subito voglia di spegnerla viste le penose notizie trasmesse.
Il motivo per cui non conosco queste star televisive è tutto qui, molto semplicemente non ho la possibilità e voglia di guardarle.
È una pecca grave? Forse, chissà.
Questo non vuol dire che in passato non mi sia capitato di essere proiettato in questo canale di telecomunicazione e che magari mi possa capitare di nuovo magari per promuovere un libro o un progetto, ma appunto si tratta di un modo come un altro per diffondere quello che faccio senza che questo diventi chissà quale evento di cui vantarsi.

Però in realtà devo confessarvi un segreto: si c’è una televisione che mi piace guardare, anzi come vedete nella foto sono addirittura 6 e cosa ancora più clamorosa ho anche una vera poltrona su cui guardarle e un vero telecomando.
Quelli sono i miei programmi preferiti e sui cui so proprio tutto.

Televisione naturale


Tags:
Postato in Mondo alimentare | 10 Commenti »


10 Commenti per “Una televisione naturale”

  1. Elena Scrive il May 3, 2012 | Replica

    Bravo, bravo, sei una persona davvero fuori dagli schemi…mi piace questa tua ‘libertà’…vivere senza notiziari fa molto bene alla salute!molto meglio le tue televisioni naturali, concordo anche su questo!

  2. Giuseppe Capano Scrive il May 3, 2012 | Replica

    Grazie Elena,
    hai commentato il post alla velocità della luce.
    Che dire, siamo almeno in due ad apprezzare queste televisioni, anche se è probabile ce ne siamo molti altri, per fortuna.
    A presto
    Giuseppe

  3. Elena Scrive il May 4, 2012 | Replica

    Una curiosità, un po’ personale…dici che hai famiglia……per caso hai dei figli? riesci a far passare il tuo messaggio anche a loro? perchè non è semplicissimo…

  4. Giuseppe Capano Scrive il May 4, 2012 | Replica

    Ciao Elena, si ho dei figli e ovviamente come intuisci l’unica motivo perché esiste una televisione in casa è per loro. Allo stesso modo non è semplice per niente far capire a loro questi concetti, ma del resto è anche vero che non avrebbe senso. Un bimbo ha bisogno di sentirsi normale anche in questo, fare il suo percorso insieme agli altri bimbi della sua generazione, sbagliare eventualmente e poi capire il perché ha sbagliato con l’aiuto dei grandi. Il compito del genitore è guidare il suo percorso, mettere regole e dare i giusti consigli, non pretendere che faccia e assecondi in toto le convinzione dell’adulto. Anche nell’alimentazione il percorso è difficile e non ostante un papà così giustamente loro hanno le loro preferenze, odio verso certe verdure, difficoltà ad accettare pietanze sane ma per loro poco significative. A me però questo mi sembra la normalità, io traccio il mio percorso, insegno a loro, spiego e faccio capire, la loro libertà sarà poi quella di comprendere e scegliere secondo il proprio pensiero, e questo nessuno può dire quando avverrà. A tutti quelli che mi chiedono consiglio sull’alimentazione di un bimbo “difficile” rispondo così: un bravo maestro deve insegnare convinto dei suoi insegnamenti senza tentennamenti, avrà la certezza un giorno di riuscire nel suo intento, l’unica certezza che non può avere e sapere quando questo avverrà.
    A presto
    Giuseppe

  5. Biagiolinus Scrive il May 4, 2012 | Replica

    Ciao Giuseppe,leggo i tuoi articoli sempre con più passione e mi rendo conto giorno x giorno che su tante cose siamo simili e la pensiamo allo stesso modo,bellissima la risposta che hai dato ad Elena e mi ci ritrovo molto anche xchè ho una bimba a cui sto cercando con molta fatica di insegnargli a mangiare frutta e verdura.P.S. Ti sto rubando alcune ricette di alcune salse (vedi quella con erba cipollina e tofu)e le sto applicando alle mie pizze,grazie e a presto!!

  6. Giuseppe Capano Scrive il May 4, 2012 | Replica

    Grazie a te Biagio che trovi il tempo di leggere quello che scrivo, anche io ho una bimba piccola e credo che sia difficile per chiunque insegnare malgrado le proprie capacità. Altrimenti per parafrasare allora tutti i bimbi di un medico non dovrebbero mai ammalarsi visto che hanno mamma o papà medico, mentre invece poi così non è, purtroppo. Sulle ricette fai pure, non c’è problema, mi rimane la curiosità di assaggiare i risultati, ma un giorno magari capiterà, raccontami invece quando ti va cosa dicono i clienti di queste novità.
    A presto
    Giuseppe

  7. Elena Scrive il May 5, 2012 | Replica

    Grazie, mi piacciono le cose che scrivi, si sente che le vivi con passione!

  8. Nadir Scrive il May 5, 2012 | Replica

    Che belle i tuoi televisori! se dipendesse da me in casa sarebbe accesa pochissime volte, e solo per qualche telefilm che mi piace.
    Per quanto riguarda i programmi degli chef non so nemmeno su che canale li fanno, e sono ancora così arretrata da avere solo i canali del digitale terrestre, ma come hai detto tu, se hai altre cose da fare il tempo per poltrire davanti alla tv non c’è, e adesso se la pioggia lo permette mi concederò tante belle passeggiate, altro che tv. 🙂
    PS: non ho figli, ma il tuo ragionamento è valido anche per gli adulti, e devo dire che quando le sorelle mi chiedono qualche consiglio su un’alimento, (come usarlo, che proprietà ha ecc.) la soddisfazione di veder fiorire i piccoli semi della consapevolezza è grande. Ciao 🙂

  9. Giuseppe Capano Scrive il May 5, 2012 | Replica

    Grazie a Te Elena delle tue generose parole, in effetti la apssione è quello che ti può salvare se non da tutto, da tanto di sicuro.

  10. Giuseppe Capano Scrive il May 5, 2012 | Replica

    Ciao Nadir, si sono proprio delle belle televisioni, forse in un mondo perfetto sarebbero tutte così, di sicuro televisioni così calmerebbero la tanta diffusa esasperazione e magari anche violenza che la televisione, volente o nolente, provoca a valanga. La prima terapia per chi è in quelle condizione dovrebbe proprio essere: spegni la televisione e dimenticala per un bel po’. E piuttosto come fai tu, tante belle passeggiate e camminate riflessive.
    A presto
    Giuseppe

Aggiungi un commento