Un’insalata per star bene

Scritto da Giuseppe Capano il 13 ottobre 2011 – 21:31 -

Anche se sono sommerso di lavoro e ho consegne super urgenti da rispettare mi sono imposto ultimamente di ritornare a seguire i racconti bellissimi del mio maestro di storia preferito, un punto che continua a essere fermissimo nella mia formazione professionale e che trovo alquanto strano che molti miei colleghi ignorino.
Comunque riprendendo in mano uno dei suoi illuminanti libri ho ritrovato questa lirica che già ai suoi tempi mi aveva colpito per il forte insieme di rimandi a precise “cose” di cucina.

Testimonia un tempo passato in cui però l’insalata era già un concetto acquisito e seguito, peccato che allora, come leggerete nell’ultimo verso, il nostro amato e moderno olio di olive fosse in realtà visto in tutt’altro modo.
Ma testimonia anche che un’evoluzione positiva, in particolare di questi ultimi anni, di questo puro succo di olive c’è stata e anche grossa.
Altro discorso è il perché gran parte di chi si occupa di ristorazione non l’abbia notata e continua a svilirla, ma questa e parte della nostra lotta di “passionari dell’olio”.
In attesa di creare un insalata ispirata da questi versi propongo nel mio blog gli estratti che considero più belli e penso che a una persona in particolare possa fare piacere (se già non li conosce).
A chi dell’insalata ha fatto una missione e continua a esplorare i molti e molti itinerari sparsi per le vie della gastronomia e della cultura umana.

Insalatina autunnale con fagioli neri, uva, scamorza e salsina alla maggiorana

Un’insalata per stare bene

Lava le tue mani bianche, svelte e pulite,
Fammi strada, prendi con te un telo,
Andiamo a cogliere l’insalata,
Godiamoci i frutti di stagione.
Con passo lieve, con sguardi curiosi,
Poggiati di qua, di là,
Or su una riva, or su un fossato,
O sul campo abbandonato,
Dal contadino, che vi coglie
Erbe, ma non lo coltiva……………

cercare sognante un ciuffo di dolcetta,
La pratolina dalle foglie minute,
La pimpinella che fa bene al sangue
E al fegato, e al mal di petto……………

Laveremo la nostra insalata immergendo le mani
Nel sacro fonte della mia bella fontana,
La imbiancheremo tutta di sale,
Diverrà rossa per l’aceto rosato,
la ingrasseremo con l’olio di Provenza;
l’olio che viene dagli ulivi di Francia
rovina lo stomaco e non vale niente

Lirica di Pierre de Ronsard, presente nel libro Nuovo Convivio, di Massimo Montanari, Editori Laterza


Tags:
Postato in Libri, Mondo alimentare | 1 commento »


Un Commento per “Un’insalata per star bene”

  1. alice nel paese delle insalate Scrive il ott 15, 2011 | Replica

    Interessante, molto. Grazie per avermelo fatta scoprire.

Aggiungi un commento