Fusilli e indivia belga

Scritto da Giuseppe Capano il 26 febbraio 2016 – 17:43 -

Semplici fusilli con indivia 318Devo confessare che a me questa verdura piace molto, spesso cruda per squisite insalate anche sola soletta quando l’accompagna un eccellente olio da olive (che nella mia cantina abbonda molto più del vino) e un aceto vero nella sua essenza di trasformazione acida da vino o mele.
Gli elementi sono spesso pochi in una cucina di qualità, ma essenziali, così in questo esempio senza sua maestà “l’olio buono” sposato al compagno di sempre aceto con la comparsa non troppo invasiva del sale non si realizzerebbe che un anonimo assembramento di foglie tagliate acidificate in qualche modo!!!

E invece tenetevi in casa sempre una buona scorta di buoni oli, ci sono produttori in Italia Superlativi, ripeto Superlativi, lo sottolineo e lo voglio anche urlare una volta tanto!!!
Tornando alla verdura oltre che in insalata personalmente impazzisco nel consumarla come un comune pinzimonio tagliata in 4 spicchi e intinta a più ripresa nella stessa combinazione magica di qualità a base di olio, aceto e sale che raccontavo prima.
Sto parlando dell’indivia belga ortaggio in questi mesi di stagione per via della sua storia particolare e curiosa, un accenno di questa storia la trovate sul sito di Cucina Naturale insieme ad altre interessanti informazioni pratiche e nutrizionali.
Che appena possibile voglio approfondire anche io qui sul blog dando una sorta di carta di identità a questa sorta di croccante insalata amara.
Ma non è solo a crudo che l’indivia belga è interessante, nel mio repertorio ad esempio ho provato un eccellente sformato con lei protagonista insieme alle olive completamente senza prodotti di origine animale, davvero eccellente!
L’altro giorno però avendo in frigorifero alcuni cespi di indivia e volendo preparare velocemente una pasta per pranzo ho pensato di renderla protagonista di una semplice salsa di accompagnamento.
E così è nata la ricetta che vi racconto di seguito, senza grandi pretese, ma buona e molto profumata.
Figlia del mio concetto di semplicità che spesso applico in cucina e che vedo spaventa ancora tanto, recentemente ad esempio alcuni commenti sarcastici a miei piatti definiti “banali” nella loro semplicità mi hanno colpito.
Non per le opinioni di per se (per mio conto ognuno può criticare e sbeffeggiare il lavoro degli altri quanto crede), ma per la curiosità di capire cosa della semplicità faccia ancora paura.
Ma di questo ne riparliamo magari in un altro post, adesso la ricetta!!!

 

Semplici fusilli con indivia

Semplici fusilli con indivia 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 4-5 cespi di indivia belga,
  • 1 cipolla rossa grande,
  • 1 cucchiaio abbondante di semi di papavero,
  • 60 g di parmigiano in un pezzo unico,
  • 320 g di fusilli,
  • 15 pomodori semi secchi sottolio,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare con cura l’indivia belga e tagliare i primi 5 cm di punta dei cespi più belli in modo da usarli come decorazione finale.
  2. Tagliare tutto il resto dell’indivia in dadini o cubetti, sbucciare la cipolla e tagliarla allo stesso modo lasciandola rosolare in una padella insieme a 4 cucchiai di olio per 10 minuti circa a calore basso.
  3. A parte tostare in un padellino per 3-4 minuti i semi di papavero mescolandoli spesso e ridurre in sottili scaglie il formaggio.
  4. Aggiungere l’indivia alla base di cipolla rosolata, salare poco e cuocere per altri 5 minuti a calore vivace.
  5. Lessare al dente i fusilli in abbondante acqua bollente salata, scolare bene dall’olio e tritare grossolanamente i pomodori secchi.
  6. Scolare la pasta non troppo asciutta e saltarla nella padella dell’indivia unendo anche i pomodorini, distribuire nei piatti e cospargere con i semi di papavero, circondare con le punte di indivia e decorare con le scaglie di formaggio (che se non desiderate potete anche omettere).

Tags: , , , , , ,
Postato in Primi, Ricette invernali, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane | Nessun commento »

Aggiungi un commento