Il bel rame in cucina

Scritto da Giuseppe Capano il 22 settembre 2015 – 22:39 -

Padella rame acciaio 518All’interno dei numerosi materiali di cucina spetta sicuramente al rame lo scettro del più affascinante e attraente, quando è lucido poi surclassa ogni altra materia e sembra quasi emettere una luce propria.
È stato tra i primi metalli ad essere lavorati dall’uomo e tra i primi ad essere impiegato in cucina nella sua connotazione di metallo allo stato puro grazie alla facilità di lavorazione, alla resistenza e alla durata nel tempo.

Ma ancora più di questi vantaggi il successo del rame in passato è dovuto al fatto che è il materiale in cui il calore si distribuisce più uniformemente e con maggiore velocità, garantendo una cottura ideale e un discreto risparmio energetico.
Perché quindi anche oggi non è tra i più diffusi in cucina?
Per il semplice motivo che le particelle del metallo invisibili agli occhi hanno la brutta abitudine di legarsi alle sostanze contenute nel cibo in particolare se questo è di natura acida.
E non serve un’acidità particolarmente spinta come quella del limone o dell’aceto, anche la semplice componente acida delle verdure a foglie piuttosto che dei pomodori è sufficiente a combinare guai seri per l’organismo e la salute oltre a tendere a colorare in maniera inquietante alimenti come le uova sbattuti vigorosamente contro le sue pareti!
Tutto questo costringe a rivestire le pareti interne con un materiale isolante che per lungo tempo è stato solo lo stagno.
Le innovazioni tecnologiche recenti hanno trovato il modo utilizzare l’acciaio superando completamente le complicazioni d’uso di un tempo e facendo diventare pentole, casseruole e tegami di rame i supporti di cottura migliori, a fronte però di un alto costo di acquisto dovuto al moderno e impegnativo processo di produzione.
Il costo va però sempre rapportato alla durata nel tempo che per queste pentole e quasi eterna, per questo motivo consiglio personalmente di avere almeno un minimo di strumentazione a base di questo materiale.
Dopo le prime cotture e preparazioni dimenticherete il costo!
Per la manutenzione le parti esterne delle stoviglie in rame possono essere pulite con prodotti specifici o con combinazioni manuali a base di aceto, sale grosso, succo di limone, mentre le parti interne in acciaio seguono le stesse indicazioni degli utensili costruiti con lo stesso materiale.
Inutile che precisi che il post fa parte di una serie che mi sono prefissato di scrivere sui materiali di cucina, non vi è dietro alcun secondo fine o qualche sponsor occulto!!!

Pentola rame acciaio 518


Tags: , ,
Postato in Materiali di cucina | Nessun commento »

Aggiungi un commento