Insaporitori e olio da olive

Scritto da Giuseppe Capano il 20 ottobre 2015 – 23:17 -

Olio al peperoncino 318Parlavo di recente dei limoni e dell’importanza di utilizzare in cucina a proprio vantaggio la buccia di tutti gli agrumi per raccogliere intelligentemente un lunga lista di vantaggi per il gusto e la salute.
Un tema importante nelle ricette che ricalcano il tema del benessere, quello dell’organismo intrecciato alla salute e quello del piacere di consumare un pasto con gioia, è l’utilizzo accorto dei condimenti per non far innalzare troppo calorie e sostanze impegnative per il metabolismo.

In questa ottica il ruolo delle erbe aromatiche per limitare i condimenti nelle ricette, sostanzialmente i grassi, è fondamentale rivelandosi una strategia ottima da usare in tutti i casi in cui è possibile.
E non si tratta solo di opinioni personali o constatazioni nate dalla semplice esperienza, a supporto di questa funzione positiva delle erbe aromatiche ultimamente sono usciti autorevoli studi.
Il comune denominatore di gran parte di questi studi è stata l’osservazione che la più efficace riduzione dei condimenti grassi dipendeva in buona sostanza dall’uso dinamico delle erbe aromatiche come anche delle spezie, delle bucce di agrumi e di tutti gli altri insaporitori funzionali allo scopo.
Intendendo per dinamico l’interazione con grassi di alto livello qualitativo, come l’insuperabile olio da olive, perché l’aiuto delle erbe aromatiche è nella riduzione e limitazione dei grassi, non certo nella loro esclusione visto che le sostanze grasse rimangono pur sempre elementi vitali e importanti per l’organismo.
Quindi si all’esclusione di quelli più nefasti, purtroppo ancora un discreto numero, mentre porte spalancate all’utilizzo esteso dell’olio da olive, dall’antipasto a tutta la grande famiglia della pasticceria.

Erbe miste a foglia 518


Tags: , , ,
Postato in Alimenti, Condimenti, Condimenti e aromi, Olio-Cibo | Nessun commento »

Aggiungi un commento