La potenza della frutta e le sue miracolose funzioni

Scritto da Giuseppe Capano il 26 ottobre 2015 – 07:28 -

Macedonia al miele con cannella 318Abbondanza di Fenoli, potente funzione antiossidante e antinfiammatoria, spiccata capacità di regolare al meglio il metabolismo dei lipidi e la risposta glicemica.
Potrebbe essere il “claim” all’interno di una pubblicità propagandistica di un nuovo farmaco miracoloso che promette di risolvere molti piccoli problemi legati all’alimentazione facendosi forza di tutte queste innumerevoli prerogative positive!

E invece no, provate a indovinare di cosa stiamo parlando?
Per aiutarvi posso dire che trovate questo “prodotto” miracoloso in qualsiasi mercato e supermercato, come in piccoli negozi, bancarelle, direttamente dai tanti chi lo producono, ma anche semplicemente nei campi all’aperto, li pronto per essere colto liberamente quando il contesto lo consente e la natura generosamente lo offre a tutti.
No nessun prodotto miracoloso o nuovo nato da chissà quale ricerca avveniristica, molto più semplicemente si tratta della comune frutta, tutta la frutta.
Però ammettetelo, se queste definizioni di funzioni potenti fossero racchiusa in una bella pillola colorata sareste stati molto più sollecitati a “provare” almeno una volta su di voi il benessere promesso.
Non molti di quelli che mi seguono e leggono i miei scritti probabilmente, purtroppo però in tantissimi altri la reazione sarebbe proprio questa e ancora una volta è triste constatare come si cerchi sempre l’elemento miracoloso validato dalla ricerca e dalla grande industria, mentre gli elementi miracolosi veri sono quelli in tavola tutti i giorni!!!
Basterebbe consumarli in abbondanza e senza maltrattarli in cucina!!!
La frutta è poi questo che ho raccontato e moltissimo di più, qui si era in relazione con la sua funzione a fine pasto, funzione controversa per alcuni che sostengano vada consumata lontano dai pasti, ma la ricerca di cui si è parlato ieri sul Corriere smentiva in parte questa convinzione e metteva in risalto altro.
Avremo modo di approfondire, in ogni caso per celebrare la potenza della frutta e le sue miracolose funzioni insieme all’articolo c’era la ricetta che vi offro oggi.
Un dessert molto buono in cui sorprende in positivo l’assenza quasi nulla di dolcificanti esterni se non per la piccola presenza del miele.
Il tutto è dovuto alle particolari spezie e aromi usati che della frutta hanno risaltato al massimo la sua naturale dolcezza!!!

 

 

Macedonia al miele con cannella

Macedonia al miele con cannella 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 limone,
  • 2 kiwi,
  • 2 arance,
  • 1 grande pera abate,
  • 1 cucchiaio di miele d’acacia,
  • cannella in polvere,
  • vaniglia nera in polvere,
  • 2 cucchiai di chicchi di melagrana

Preparazione

  1. Pulire il limone, grattugiare la buccia e spremere il succo, sbucciare la pera tagliarla in piccoli cubetti e condirla subito con un po’ di succo di limone e un pizzico di cannella.
  2. Sbucciare i kiwi, tagliarli allo stesso modo, scaldare leggermente il miele con poca buccia di limone e condire i kiwi.
  3. Pelare a vivo le arance, tagliarle sempre a cubettini e condirle con un pizzico di vaniglia nera in polvere.
  4. In uno stampo ad anello formare uno strato di arance, un intermedio di pere e uno finale di kiwi, estrarre lo stampo e decorare con chicchi di melagrana.

Tags: , , , , , , ,
Postato in Corriere della Sera, Dolci e Dessert, Frutta, Ricette senza Glutine, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane | Nessun commento »

Aggiungi un commento