La stagionalità non costa

Scritto da Giuseppe Capano il 7 maggio 2015 – 22:45 -

Sformatino verde con asparagi 318Gli asparagi sono di stagione in questi due mesi dell’anno e nell’ottica di una buona gestione delle materie prime è ora che bisogna approfittarne per gustarli al meglio.
Si abbattono i costi dei piatti realizzati, si gode della pienezza di sapori e aromi che solo la stagionalità sa dare, si razionalizza e ottimizza l’impatto economico della spesa.

Questo vale per chiunque cucina a casa come anche per chi gestisce attività ristorative varie, il problema in questo senso è che il libero mercato che ci fa trovare sempre tutto di tutto ha alterato molto la nostra capacità di analisi influenzando in negativo molte scelte fatte durante l’acquisto degli alimenti.
La ricetta che presento oggi ha un costo in materie prime basso ora, ma non a dicembre per intenderci dove con mia grande costernazione se volete gli asparagi freschi li potete trovare senza grossi problemi.
Lo stesso discorso potremmo farlo sulle fave un altro ortaggio squisitamente primaverile che non si capisce perché debba essere presente anche in altri periodi dell’anno.
O meglio lo si capisce benissimo da un punto di vista consumistico, per coerenza però poi non bisognerebbe lamentarsi dei costi della spesa!
Conclusione?
Godetevi subito questa ricetta, godetevi gli asparagi anche semplicemente bolliti e per il resto dell’anno dedicatevi ad acquistare le altre mille meraviglie orticole che la terra e le stagioni sanno sempre offrirci.

 

Sformatino verde con asparagi

Sformatino verde con asparagi 518

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di asparagi verdi,
  • 500 g di fave fresche sgusciate,
  • 2 piccole cipolle bianche,
  • 150 g di couscous integrale,
  • 450 ml di brodo vegetale,
  • 150 g di scamorza o provola,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pulire con cura gli asparagi, dividere i primi 4-5 cm delle punte e scottarle in acqua bollente per 2-3 minuti, trasferirle in acqua ghiacciata e conservarle da parte.
  2. Lessare per 5 minuti i gambi rimasti e tagliarli in piccoli pezzi, nella stessa acqua degli asparagi lessare le fave fresche, trasferirle in acqua fredda e dopo qualche minuti eliminare la pellicina esterna.
  3. Sbucciare le cipolle e affettarle, rosolarle per 5 minuti abbondanti in una casseruola insieme ad alcuni cucchiai di olio, aggiungere le fave e i gambi degli asparagi e farli insaporire qualche minuto, unire il couscous e dopo aver ben mescolato bagnare con il brodo caldo.
  4. Cuocere per 10 minuti lasciando asciugare la semola, quindi frullare ottenendo un composto verde uniforme, unire quando è ancora caldo la scamorza tagliata in piccoli dadini e lasciarla sciogliere mescolando.
  5. Trasferire in 4 terrine tonde oliate, pressare e capovolgere al centro dei piatti, decorare i bordi con le punte degli asparagi sezionate a metà e alcune fave intere.

Tags: , , , ,
Postato in Cucinare con poco, Ricette di stagione, Ricette senza Uova, Ricette vegetariane, Secondi | Nessun commento »

Aggiungi un commento