Una ricetta per Angelo e Emanuele

Scritto da Giuseppe Capano il 6 settembre 2014 – 14:13 -

Spuma del ricordo al pomodoro di Pollica 318Ieri una grande giornata di umanità, il giorno della memoria di un grande uomo e l’occasione di aiutare un altro uomo a superare una tremenda malattia.
Con l’aiuto e la spinta di molti che volontariamente hanno aderito a una bella iniziativa sociale a cui purtroppo io non ho potuto aderire, la mia lunga giornata di 20 ore lavorative era in cucina su un progetto che mi ha strettamente vincolato.

Ma siccome penso che qualcosa ognuno di noi possa sempre fare, per quanto piccola, ne parlo oggi, ricordo la difficile situazione di un ragazzo da aiutare e onoro il mio impegno a far vivere nuovamente un uomo grande che quattro anni fa la stupidità che attanaglia molte persone ha portato via con se.
Ieri dicevo, si è disputata una bella partita di pallone, una vera partita di passione, cuore, coscienza e solidarietà tra uomini utilizzando il gioco per esprimere con gioia cose che a volte è difficile esprimere con le parole.
“Con la speranza nel cuore”, organizzata da Legambiente, Comune di Pollica e dalla famiglia Vassallo aveva nei suoi obbiettivi la raccolta di fondi per aiutare Emanuele Scifo, 33 anni di Battipaglia (SA), afflitto da una rara malattia la cui unica speranza di soluzione è in un intervento molto complesso e costoso, da tenersi al “Jackson Memorial” di Miami, negli Stati Uniti.
Spero vivamente che i fondi raccolti siano stati il massimo possibile, ma intanto il segnale forte e bello è arrivato e come un seme è pronto a diventare una forte pianta di lunga vita.
Nello stesso momento della partita è avvenuta l’inaugurazione dell’impianto sportivo polifunzionale Costantinopoli, dedicato alla memoria di Angelo Vassallo, assassinato proprio il 5 settembre di 4 anni fa.
E quindi veniamo a me e al mio intimo e strettamente personale impegno di onorare questo uomo, Angelo Vassallo, di cui ho già parlato più volte sul blog e a cui dal momento del tragico evento ho voluto dedicare ogni anno una mia ricetta.
Nella convinzione che anche questo modestissimo e piccolissimo contributo possa aiutare a rispondere ha testa alta a chi di questo uomo ha voluto portare via la vita solo perché nell’interesse di tutti cercava di portare un contributo di equilibrata e sensata civiltà sociale e umana.
Quindi senza rimanere a speculare oltre riporto a voi la ricetta di quest’anno dedicata a Angelo Vassallo, come sempre frutto della semplicità, un alto valore.
Nella semplicità che porta gusti e sapori a diventare un momento di riflessione sul buono della vita, in questa semplicità rispecchia tutta la grandezza dell’uomo.
Dell’uomo Angelo.

Spuma del ricordo al pomodoro di Pollica

Spuma del ricordo al pomodoro di Pollica 518

Ingredienti per 4 persone:

2 pomodori cuore di bue ben maturi,
1 piccolo mazzetto di menta,
250 g di ceci lessati,
200 g di ricotta soda e asciutta,
2 cucchiai di pistacchi senza sale tritati finemente,
olio extravergine d’oliva,
sale

Preparazione

  1. Lavare i pomodori, dividerli a metà e eliminare semi e polpa interna senza gettarla, tagliarli a cubetti e condirli con un pizzico di sale e 3-4 cucchiai di buon olio da olive.
  2. Passare a un colino la polpa e i semi recuperando più acqua possibile, pulire la menta, tritarla velocemente e unirla a questa acqua di vegetazione mescolando con un cucchiaino.
  3. Frullare i ceci lessati con l’acqua dei pomodori insaporiti alla menta filtrata, con la ricotta e i pomodori marinati all’olio fino a creare una densa crema soffice.
  4. Spremerla nel cento dei piatti e circondarla con il pane carasau spezzettato oliandolo leggermente, completare con i pistacchi tritati.

 


Tags: , , , ,
Postato in Antipasti, Cibo, cultura e società, Ricette senza Uova, Ricette vegetariane | Nessun commento »

Aggiungi un commento