Una veloce conoscenza con l’ananas

Scritto da Giuseppe Capano il 16 gennaio 2018 – 22:33 -

Dessert ananas 318Abbiamo in Italia un estesa varietà di frutta che copre ogni stagione e ogni mese in maniera armoniosa con momenti di autentica abbondanza di varietà in cui è un bene approfittarne per consumare al naturale e fare conserve che possono portare il gusto della frutta in la nel tempo.
Questo soprattutto se si tratta di frutta magari coltivata da noi con tanta pazienza e costanza, derivata da alberi e arbusti spontanei o di certa derivazione biologica e quindi da non sprecare o vedere sciupare inutilmente visto che in questi casi possiamo usare anche la preziosa buccia se il frutto lo consente.

Malgrado questo c’è sempre spazio per varietà non nostrane a cui riconoscere vantaggi nutrizionali importanti pur in un quadro alimentare in cui la frutta non deve essere eccessiva per via degli zuccheri naturali che contiene.
Un esempio è dato dall’ananas che è di fatto il frutto fresco più consumato nel mondo anche se in l’Italia non è abitudine così diffusa acquistarlo proprio per la ricchezza di varietà che abbiamo.
E’ originario del Sud America e per molto tempo si è tentato, con scarsi successi, di coltivarlo in territorio europeo dove ha avuto subito un grande successo commerciale, ma alla fine ci si è resi conto che per prosperare aveva bisogno di un clima tropicale e condizioni ambientali ben precise.
Oggi sono gli Stati Uniti sono uno dei principali produttori di ananas al mondo anche se la produzione si concentra più che altro nelle Hawaii, ma coltivazioni di ananas a volte più sostenibili e solidali si trovano anche in Thailandia, Filippine, Cina, Brasile, Messico.
Quando lo acquistate controllate con attenzione la parte esterna accertandoci che la buccia sia brillante e profumata, uniforme e soda, priva di tagli e macchie, parte superiore del ciuffo con foglie verdi brillanti e parte inferiore del frutto più matura e di colore più tendente la giallo marrone rispetto al resto.
Tra le tante virtù nutrizionali di questo frutto bisogna segnalare quella forse più importante, la bromelina, che stimola la digestione, migliora il metabolismo e favorisce l’eliminazione delle tossine.
Per gustare in maniera diversa l’ananas basta pulirlo, tagliarlo in fettine sottili, bagnarlo con del succo d’arancia appena spremuto e profumarlo con un pizzico di cannella in polvere o anice pestato a seconda dei gusti personali senza aggiungere assolutamente dolcificanti esterni.

Ananas - veg 518


Tags: , ,
Postato in Alimenti, Frutta, Mondo alimentare | Nessun commento »

Aggiungi un commento